ANIEF, dal prossimo anno scolastico spariranno 100 istituti

di redazione
ipsef

"Il Governo della Buona Scuola cancella 100 istituti: da settembre ci saranno 8.700 alunni in più compressi in meno scuole". Lo segnala l'Anief.

"Il Governo della Buona Scuola cancella 100 istituti: da settembre ci saranno 8.700 alunni in più compressi in meno scuole". Lo segnala l'Anief.

"Con il nuovo anno scolastico, spariranno 51 scuole. La perdita arriva a 102 istituti, perché – spiega – il taglio riguarda altrettante sedi sottodimensionate, che scenderanno da 385 a 334. In tutto, si passerà da 8.382 scuole dello scorso anno a 8.281. È la solita operazione in chiave spending review, aggravata dal dato Miur che ha certificato un incremento di allievi. E a rifilarla – fa notare il sindacato – è quell'Esecutivo che, più di tutti, si è professato promotore di una scuola di qualità".

"In questo modo – commenta Marcello Pacifico, presidente dell'Anief – si costringono i presidi a fare i salti mortali per gestire due o anche tre scuole a testa, con spesso una decina di plessi distanti chilometri tra loro. Dal 1 settembre saranno 2mila, uno su quattro, gli istituti che andranno in reggenza. In questo modo continueremo ad avere scuole abbandonate al loro destino, affidate a vicari sottopagati e a presidi, a loro volta, con stipendi dimezzati e costretti a vivere alla giornata e a tamponare a distanza le emergenze".

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare