Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

ANF: quali sono i familiari a carico per cui spettava?

WhatsApp
Telegram

Quella che ci viene proposta è una questione un pò intricata sull’eventuale diritto all’ANF di una nonna per i nipoti non conviventi.

Quando è possibile considerare un familiare a carico e quando invece non può esserlo? E quando per questo familiare a carico possono essere richiesti gli assegni al nucleo familiare? Rispondiamo al quesito di un nostro lettore che ci scrive:

Buongiorno, ho una domanda alla quale non riesco a trovare risposta chiara in merito alla questione familiari a carico. Mia madre ex pensionata e venuta a mancare nell’agosto 2017 aveva a carico fiscalmente i due nipotini, più me e mia moglie che all’epoca non avevamo redditi. Mi sono accorto che mia madre non ha mai fatto richiesta per gli assegni familiari, ora la domanda è la seguente: mia madre avrebbe potuto richiedere gli assegni familiari all’inps avendo residenze diverse nell’ambito dello stesso comune? Per essere precisi lei viveva nella sua abitazione e noi quattro in una casa diversa. Grazie anticipatamente.

ANF per familiari a carico

I figli sono considerati fiscalmente a carico del genitore anche se non convivono più con esso.  A patto che il loro reddito non superi i 4.000 se hanno un’età compresa fino a 24 anni, e di 2.840 euro se hanno superato quell’età.

Per quanto riguarda, invece, gli altri familiari, tra cui rientrano anche i nipoti e i generi e le nuore, per essere fiscalmente a carico oltre al requisito reddituale è necessario anche che convivano con il dichiarante. Questo quello che dice la normativa per il carico fiscale. Nel vostro caso, quindi, lei, figlio, poteva essere fiscalmente a carico di sua madre anche avendo residenza diversa, ma sua moglie e i suoi figli no.

Per quanto riguarda gli ANF (che adesso sono stati sostituiti dall’assegno unico per i figli) per i propri figli possono essere richiesti fino al compimento della maggiore età. Solo se i figli sono a carico e studenti facenti parte di un nucleo familiare numeroso (con almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni) l’ANF spettava fino al compimento dei 21 anni.

In nessun caso, quindi, sua madre avrebbe potuto richiedere l’assegno al nucleo familiare per lei (che presumo abbia più di 21 anni) e per sua moglie.

Per quanto riguarda i nipoti forse l’ANF poteva essere richiesto. Ma bisognava dimostrare formalmente, vista la non convivenza con la nonna, che era quest’ultima a mantenere i piccoli.

Ma ormai questa cosa sembra abbastanza inutile da sapere visto che non possono essere richiesti arretrati dell’ANF spettante ad una persona deceduta dai suoi eredi.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur