Andreoni: “La riapertura delle scuole è a rischio senza docenti e studenti vaccinati”

Stampa

La riapertura della scuola a settembre “rimane un rischio. I dati, seppur in qualche modo controversi, hanno dimostrato che gli istituti rimangono luoghi dove può esserci un’amplificazione dell’infezione Covid. Proprio per questo dobbiamo fare di tutto per vaccinare gli insegnanti e i ragazzi in questi 2 mesi che mancano, altrimenti sarà davvero dura riaprirle in sicurezza”.

Così all’Adnkronos Salute Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma, commentando il pressing del commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, generale Francesco Paolo Figliuolo, su oltre 200mila insegnanti non vaccinati.

“All’apertura delle scuole avremo già la variante Delta come predominante nel Paese – avverte l’esperto – per questo sarà determinante aver vaccinato tutti con la doppia dose”.

E sull’ipotesi avanzata da qualche esperto, di creare classi separate di ragazzi vaccinati e non, Andreoni è molto chiaro: “Mettere tutti i non vaccinati insieme è una bomba biologica. Basta un positivo e si infettano tutti. Meglio – sostiene – diluire i ragazzi tra immunizzati e non, così il virus ha vita più difficile”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur