Andreoli: “Ormai esistono molti genitori ma pochi padri e poche madri. I social? Una disgrazia permessa dallo Stato”

WhatsApp
Telegram

“Genitori si è, madri e padri si diventa. Ormai esistono molti genitori ma pochi padri e poche madri. Esserlo significa stare con i figli per poter insegnare attraverso l’esempio. In una società che corre, che non ha più principi, come si fa a essere padri e madri?”

Se lo chiede lo psichiatra Vittorino Andreoli, che sul Corriere della Sera, parlando a proposito dello stupro di Palermo, analizza proprio la questione focalizzandosi sul ruolo dei genitori.

Lo psichiatra parla anche dell’uso dei social, ormai sempre più eccessivo: “I social sono  una disgrazia permessa dallo Stato che arricchisce solo i pochi che la governano. Non condanno lo strumento che può essere molto utile ma l’uso aberrante che se ne fa e che allontana i giovani dalle cose concrete per vivere il virtuale“.

Stanno rovinando la società portandoli a pensare che tutto ha senso solo se entra nei social. Penso che siano il più grande fattore di patologia mentale di quest’epoca“, aggiunge.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri