Andava al mare invece che a lavorare come collaboratrice scolastica, denunciata

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Invece di adempiere le sue mansioni di collaboratrice scolastica, impiegava le ore lavorative per recarsi a svolgere commissioni in negozi della zona, andare dal parrucchiere oppure andare al mare a scattare fotografie.

Sarebbe stato questo, secondo un’indagine dei carabinieri, il comportamento di una dipendente di un Istituto scolastico omnicomprensivo della provincia di Crotone. La donna, denunciata per truffa aggravata, secondo l’accusa, segnava e controfirmava giornalmente sull’apposito registro la sua presenza ma in realtà si assentava abitualmente.
Dalle indagini è emerso che si recava talvolta al supermercato, altre volte dal parrucchiere, in farmacia oppure alla rivendita di tabacchi. In una occasione è stata al mare per fare alcune foto del litorale facendosi anche un selfie. Ieri, dopo avere fatto la spesa, la donna è stata fermata dai carabinieri e denunciata.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare