Violenza a scuola, alunno spara in classe con la pistola giocattolo e colpisce un docente. La preside: “Sarà punito, certe cose non devono accadere”

WhatsApp
Telegram

Un episodio di violenza ha scosso un istituto scolastico di Bari, dove un docente è stato colpito da una pistola giocattolo.

Un alunno avrebbe sottratto la pistola, che aveva portato a scuola un suo compagno di classe e avrebbe sparato al docente, colpendolo al petto nel momento in cui entrava in aula per il cambio dell’ora. Fortunatamente non ci sarebbero state conseguenze per l’insegnante, se non un forte bruciore al torace. Il professore, però, si è sentito poco bene a causa dello spavento.

La vicenda fa eco a un incidente analogo avvenuto a Rovigo, quando alcuni studenti spararono pallini di gomma contro una professoressa di Scienze, pubblicando in seguito il video online in segno di derisione.

La violenza sugli insegnanti, purtroppo, non è nuova e l’episodio di Bari rievoca il triste evento di Rovigo, mettendo in luce una problematica che sembra non trovare soluzione.

“Sono profondamente dispiaciuto per l’atto violento subito dal docente – ha commentato Davide Picci, coordinatore provinciale di SBAM Bari -. La violenza non ha mai giustificazione e condanno fermamente questo gesto. La solidarietà è essenziale in momenti come questi, poiché gesti simili non devono assolutamente passare inosservati. I ragazzi, come i professori, non devono mai essere lasciati in balia della maleducazione e dell’omertà se è nella scuola del buonsenso e del merito quella in cui crediamo”.

Per lo studente, con ogni probabilità, ci saranno conseguenze dal punto di vista disciplinare, perché a quanto pare il professore non sporgerà denuncia.

“L’azione messa in atto dallo studente – spiega la preside a Tele Bari – sarà punita con il massimo delle misure previste dal Ministero. Certe cose non devono accadere”.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso