Ancora un chiarimento su utilizzo docenti di sostegno

di Lalla
ipsef

Lalla – Atto di indirizzo MPI.AOODRSI.REG.UFF. n. 246 del giorno 8 gennaio 2009 del Direttore USR Sicilia, avente per oggetto: "Direttiva concernente le modalità di utilizzazione dei docenti di sostegno”

Lalla – Atto di indirizzo MPI.AOODRSI.REG.UFF. n. 246 del giorno 8 gennaio 2009 del Direttore USR Sicilia, avente per oggetto: "Direttiva concernente le modalità di utilizzazione dei docenti di sostegno”

A darne notizia è la Cisl Scuola Sicilia, dato che il documento è inviato a tutti i Dirigenti Scolastici della Sicilia, ai Dirigenti degli UU.SS.PP. della Sicilia, e alle OO.SS. Scuola

Esso scaturisce da recente esposto di alcuni docenti di sostegno, che hanno segnalato la frequente utilizzazione degli stessi in sostituzione dei docenti curriculari, della loro o di altre classi, assenti.

Nel documento il direttore afferma: “ Pur non potendosi escludere che il docente di sostegno possa essere utilizzato in supplenze, qualora l’allievo disabile sia assente, è da  osservare  che  ciò  non  può  accadere  in presenza dell’alunno  o degli  alunni disabili   cui  è  assegnato . Se è vero che il docente di sostegno è contitolare della classe (art.3 comma G, legge 104/92) è anche vero che l’inciso della  norma  vuole  ribadire il  raccordo necessario  tra esso e gli altri docenti  al fine di assicurare l’opportuna integrazione nella classe  e non autorizza un uso improprio dello stesso docente”.

La nota si conclude con un esplicito richiamo:” Una  sistematica  utilizzazione del docente di sostegno, in presenza degli  alunni disabili, ne snaturerebbe la funzione e costituirebbe chiara  indicazione della non corretta richiesta di assegnazione di posti di  sostegno .”

Segnaliamo altri documenti sullo stesso argomento

I docenti di sostegno contro la loro illegittima utilizzazione per le supplenze

Supplenze: vietato l’utilizzo docenti di sostegno

I docenti di sostegno non possono essere utilizzati come “tappabuchi”

Il docente di sostegno, Jolly delle sostituzioni

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare