Ancora tagli alla scuola pubblica?

di
ipsef

La denuncia arriva da Maria Coscia (deputata Pd) con un articolo pubblicato sull’Unità. Secondo la deputata il Ministero dovrà affrontare spese pari a 603 milioni con una disponibilità di soli 250 milioni. Ma non erano stati stanziati 850 milioni?

La denuncia arriva da Maria Coscia (deputata Pd) con un articolo pubblicato sull’Unità. Secondo la deputata il Ministero dovrà affrontare spese pari a 603 milioni con una disponibilità di soli 250 milioni. Ma non erano stati stanziati 850 milioni?

Secondo quanto afferma la deputata del Pd, durante l’esame della finanziaria sarebbero venuti a mancare i soldi per la copertura del fondo destinato alle scuole pubbliche del quale il ministro aveva dato notizia, nei giorni precedenti al voto, in relazione ad un suo ampliamento. "Il fondo di cui parla la ministra ammonta per il 2011 a soli 250 milioni di euro e deve far fronte alle seguenti voci, costate nel 2010 603 milioni: 103 milioni per i libri scolastici, 370 per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili e 130 milioni per far fronte agli impegni assunti sulla solidarietà presso banche e fondazioni estere. La ministra Gelmini deve ora spiegare come farà il governo a far fronte a spese pari a 603 milioni con una disponibilità di soli 250 milioni (un taglio di ben il 60%)".

Una notizia che, se confermata, contraddirrebbe quanto affermato in occasione dello stanziamento dei finanziamenti alle scuole non statali, di un aumento per le pubbliche pari a 850 milioni di euro.

Versione stampabile
anief
soloformazione