Ancora tagli al Fondo di istituto: saranno decurtati 44mln, tolti da recupero scatti e MOF

di redazione
ipsef

red – Si è svolto oggi un incontro tra sindacati e Ministero relativamente ai fondi del MOF e dello stanziamento per il recupero degli scatti stipendiali 2012. Protagonista la Ragioneria dello Stato che ha avanzato una revisione del taglio legato ai contenuti dell’articolo 9 comma 2 – bis del DL n. 78 del 2010.

red – Si è svolto oggi un incontro tra sindacati e Ministero relativamente ai fondi del MOF e dello stanziamento per il recupero degli scatti stipendiali 2012. Protagonista la Ragioneria dello Stato che ha avanzato una revisione del taglio legato ai contenuti dell’articolo 9 comma 2 – bis del DL n. 78 del 2010.

L’articolo è stato integrato dall’articolo 1 comma 456 della legge 147/2013, che prevede: “A decorrere dal 1° gennaio 2011 e sino al 31 dicembre 2014 l’ammontare complessivo delle risorse destinate annualmente al trattamento accessorio del personale, anche di livello dirigenziale, di ciascuna delle amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, non può superare il corrispondente importo dell’anno 2010 ed è, comunque, automaticamente ridotto in misura proporzionale alla riduzione del personale in servizio. A decorrere dal 1° gennaio 2015, le risorse destinate annualmente al trattamento economico accessorio sono decurtate di un importo pari alle riduzioni operate per effetto del precedente periodo”.

I reppresentati del Ministero hanno chiarito che si darà applicazione seguendo l’anno scolastico e non solare e hanno presentato un nuovo ricalcolo della decurtazione del MOF per l’a.s. 2013/2014, pari a 44,00 milioni di euro.

Taglio che determinerà una diminuzione pari ad un importo di 2,55 milioni delle somme destinate agli scatti stipendiali del 2012, e 2,55 milioni della somma ancora da destinare alle scuole per il 2013/2014.

I sindacati si sono riservati di commentare al prossimo incontro

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare