Ancora successi sindacali per i ricorsi sui contratti Ata stipulati al 30 giugno nonostante il posto sia vacante

di Lalla
ipsef

Unams Scuola Bari – Resoconto degli ultimi ricorsi accolti in provincia di Bari, patrocinati dal prof. Bartolo Danzi

Unams Scuola Bari – Resoconto degli ultimi ricorsi accolti in provincia di Bari, patrocinati dal prof. Bartolo Danzi

Vittoria ATA: accolto ricorso ex art. 700 c.p.c. Condannato dirigente scolastico di un istituto di Canosa di Puglia e MIUR.

Ennesima vittoria in un art. 700 c.p.c presso il TRIBUNALE DI TRANI nella vertenza ATA.
In una "movimentatissima" udienza stamani (si risparimiano i commenti sull’accaduto), innanzi al Giudice del lavoro , un Dirigente scolastico ha visto riconosciuto illegittimo il proprio operato circa la stipula di un contratto su posto vacante e disponibile entro il 31.12 in organico di dirtto limitato sino al 30 Giugno.
Il Giudice non ha avuto dubbi di sorta nel riconoscere l’illegittimità del temine apposto al predetto contratto limitato al 30 Giugno, condannando in solido il Dirigente scolastico ed il Miur al pagamento delle spese processuali pari a 600,00 Euro oltre accessori ed iva come per legge.
Il Prof. BARTOLO DANZI – Segretario Provinciale e Regionale esprime viva soddisfazione sull’ulteriore esito positivo della vertenza.

UNAMS-SCUOLA BARI- Ancora una vittoria sindacale.

Il Giudice del lavoro di Trani ha accolto il ricorso ex art. 700 c.p.c. di un lavoratore ATA che si era visto stipulare un contratto sino al 30 Giugno nonostante il posto fosse vacante e disponibile entro il 31.12.
Il Giudice ha riconosciuto il diritto del ricorrente alla stipula di un contratto sino al 31 Agosto condannando il Dirigente scolastico di un istituto di Molfetta e Il MIUR nella persona del Ministro a 600 euro di spese oltre accessori di legge (iva e c.a).
Il Segretario Provinciale e Regionale prof. Bartolo Danzi fautore della vertenza ATA in parola, esprime viva soddisfazione.

Il Giudice del lavoro di Bari accoglie art. 700 c.pc.

Condannato Dirigente scolastico dell’I.I.S.S. "R. Luxemburg" di Acquaviva e Ministro dell’ Istruzione Università e ricerca M. Gelmini.

Ennesima conferma del diritto sacrosanto dei lavoratori nella vertenza ATA promossa a livello regionale dal PROF. BARTOLO DANZI Segretario Provinciale e Regionale della struttura federale Unams scuola della Federazione nazionale Gilda Unams a tutela dei lavoratori ATA. Il Giudice del Lavoro presso il TRIBUNALE di Bari, ha smentito ancora una volta l’erronea ,distorta ed illegittima applicazione della norma da parte dell’ U.S.P. di Bari U.S.R. Puglia che con numerose circolari ed insensati proclami hanno indotto le scuole a non conciliare, a resistere in giudizio, fuorviandole del tutto.

Il Giudice del Lavoro ha pronunciato la sussistenza del fumus boni juris (diritto alla stipula di contratti sino al 31 Agosto ai sensi dell?art. 4 comma 1 -11 della L.124/99 e dell’art. 1 comma 6 lettera a) del D.M. n.430/2000), nonchè del periculum in mora atteso l’aggiornamento del punteggio nella nuova graduatoria di prima fascia del personale ATa di prossima pubblicazione, dichiarando, quindi, illegittimi i termini apposti ai contratti di lavoro, indicati al 30 Giugno.

Il Dirigente scolastico dell’ I.I.S.S. " R. Luxemburg" di Acquaviva delle fonti ed il Ministro dell’ istruzione Università e Ricerca sono stati condannati dal Tribunale di Bari in solido alla spese Giudiziare di oltre 700 Euro più spese iva e c.a.

Il prof. BARTOLO DANZI non può che esprimere viva soddisfazione anche se l’Amministrazione continuerà certamente a perseverare nella propria distorta applicazione della norma. Comportamento che non è certo dei più edificanti.

Chi dovrà ora pagare tutte queste spese? Sicuramente la Corte dei Conti a cui sarà indirizzata una circostanziata denuncia, saprà individuare i materiali autori responsabili del notevole danno erariale prodotto e di tale assurdo ed illegittimo comportamento.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione