Ancora insulti sessisti contro la ministra Azzolina. Il M5S: “Basta, ci vuole rispetto per le donne”

Stampa

“Ancora una volta leggiamo l’ennesimo  insulto sessista e denigratorio nei confronti della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Oltre alla gravità delle parole  scritte sui social, si aggiunge il fatto che l’autore è anch’esso un  esponente della politica, che evidentemente rappresenta ben poco quei  valori di confronto politico, partecipazione e rispetto del prossimo, che la politica dovrebbe ispirare”.

Lo dichiarano le parlamentari e i  parlamentari del MoVimento 5 Stelle componenti del gruppo Pari  Opportunità.

“Il consigliere comunale di Amelia autore dell’insulto, non dovrebbe scusarsi pubblicamente solo con la ministra Lucia Azzolina, già  vittima di molteplici insulti sessisti, ma con tutte le donne. Riteniamo inaccettabile infatti, che alle soglie del 2021, ministre,  professioniste, madri o compagne, debbano subire insulti e  discriminazioni in quanto donne. Non è questo l’esempio che vogliamo  impartire alle generazioni future e non è questo il clima nel quale  vogliamo crescere le giovani donne del domani, ed è per questo che  continueremo a vigilare e a lavorare affinché non esistano più discriminazioni”, concludono.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole