Ancora da erogare 900 milioni di euro destinati anche ai docenti per l’anno 2017/18

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Se molti insegnanti ancora non possono essere pagati, la colpa è dello Stato che sta tardando a caricare sulla piattaforma NoiPa i fondi per tutto l’a.s. 2017/2018 destinati alle scuole.

E’ quanto denuncia Anquap, l’Associazione Nazionale dei quadri della pubblica amministrazione. Sul sito si legge che i fondi contrattuali e di legge erogati dal ministero dell’Economia e Finanze e destinati alle scuole per remunerare le prestazioni aggiuntive rese a vario titolo dal personale docente e ATA ammonterebbero complessivamente a circa 900 milioni di euro.

Nel sollecitare l’erogazione dei fondi, Anquap ricorda quali sono le prestazioni da pagare:

  • l’indennità di direzione al DSGA ed al suo sostituto;
  • le prestazioni aggiuntive dei docenti per attività di insegnamento, quelle funzionali all’insegnamento, le collaborazioni con il Dirigente scolastico e le funzioni strumentali;
  • la valorizzazione professionale dei docenti;
  • le prestazioni aggiuntive del personale ATA e gli incarichi specifici.

Secondo Anquap i  finanziamenti già stanziati nel bilancio dello Stato “riguardano il fondo d’istituto, le funzioni strumentali, gli incarichi specifici e le ore eccedenti per le sostituzioni dei docenti assenti (in alcuni casi anche le attività complementari di educazione fisica e le aree a rischio)”.

In aggiunta ai finanziamenti descritti sono da menzionare anche quelli destinati alla valorizzazione professionale del personale docente.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione