ANCODIS: Solidarietà alle comunità scolastiche offese da atti vandalici e tentativi di furti

WhatsApp
Telegram
Antincendio scuole

L’Associazione Nazionale Collaboratori dei Dirigenti Scolastici – nell’apprendere le reiterate aggressioni subite dagli IC Falcone e Giuliana Saladino di Palermo, con gravi atti vandalici, tentativi di intimidazione e furti – esprime solidarietà e vicinanza ai DS Daniela Lo Verde e Giusto Catania, al personale e, soprattutto, agli alunni che sono VITTIME innocenti di questi gravi e vergognosi oltraggi.

Si tratta di attacchi perpetrati da delinquenti – spesso anche minori – privi di ogni sensibilità ed attenzione che purtroppo si ripetono nel tempo e mettono ancora più in ginocchio le scuole che operano in territori difficili nei quali la scuola rappresenta l’unico agente di socializzazione, culturale e, per molti alunni, educativo.

In tante provincie italiane – da nord a sud – avvengono queste azioni delinquenziali che recano un grave danno alle comunità scolastiche condizionando soprattutto le opportunità formative progettate e messe faticosamente in campo.

Nella nostra Associazione siamo molti, anzi moltissimi, i collaboratori dei ds che possono raccontare di un’aggressione subita dalla loro I.S.!

Non possiamo non urlare da tutta Italia la nostra indignazione: togliere un computer, uno strumento didattico ad una scuola, violare gli ambienti didattici significa negare una prospettiva di crescita umana e culturale alle nostre giovani generazioni soprattutto ma non solo in quei territori più sfortunati dove – occorre riconoscere – operano con grande spirito di servizio e senso del dovere donne e uomini che si spendono per dare un futuro diverso ai loro alunni e per essere un punto di riferimento per le famiglie e il territorio.

Occorre presidiare culturalmente tutte le scuole ponendo la massima attenzione alla loro tutela e al tempestivo ritorno alla normalità dopo un evento delittuoso.

Lo Stato e le Istituzioni locali non devono abbandonare queste cellule vitali senza le quali quartieri e territori rischiano di restare nella luce della temporanea, apparente e ipocrita attenzione o, cosa ancor più grave, cadere nel buio dell’indifferenza.

ANCODIS ripropone ancora una volta di istituire nel calendario scolastico nazionale la GIORNATA A DIFESA DELLA SCUOLA contro ogni attacco violento subito nelle diverse forme ad opera di criminali privi di ogni scrupolo etico e morale.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur