ANCoDiS: prevedere nei moduli di iscrizione a webinar e corsi in presenza anche i Collaboratori del DS

Stampa

ANCoDiS – In questo periodo di sospensione delle attività didattiche in aula, uno degli impegni che sta
interessando gran parte dei docenti è quello relativo alla formazione per la Didattica a distanza
inerente, in particolare, l’uso delle piattaforme, le modalità di esecuzione, la conoscenza dei punti
di forza e delle inevitabili criticità.

Le piattaforme di iscrizione in genere (webinair, e-learning, corsi in presenza) prevedono – tra i campi obbligatori da dichiarare – oltre i dati personali anche il ruolo svolto nell’ambito della propria Istituzione scolastica.

Può essere facilmente verificabile che di norma leggiamo “Dirigente scolastico oppure Direttore amministrativo oppure Insegnante/Docente (posto comune, sostegno, potenziamento) oppure animatore digitale/componente del team digitale oppure educatore oppure ATA oppure…… altro”.

E’ il caso di ricordare – ma solo a chi ha poca conoscenza del funzionamento di una scuola – che un importante ruolo organizzativo e di coordinamento è svolto dai Collaboratori dei DS che – al fianco
dei Dirigenti scolastici ed in collaborazione con i DSGA – si adoperano sulla base di specifiche mansioni allo svolgimento esecutivo anche della DaD – nella veste di docenti disciplinari – cercando di trovare risposte ai problemi che quotidianamente si presentano e provando a ricercare soluzioni
alle diverse sollecitazioni che arrivano dal personale, dagli alunni e dalle loro famiglie.

Per queste ragioni chiediamo a chi propone attività di formazione per la scuola di oggi e di domani di prevedere alla voce RUOLO la categoria “Collaboratore del DS o Componente dello Staff”.

Sarebbe un modo certamente apprezzato per riconoscere – a partire dalla formazione alla quale gran parte dei Collaboratori dedicano tempo, risorse economiche ed energie – che queste figure di sistema (almeno 80000 docenti) esistono e meritano attenzione al pari di tutte le altre.
E potrebbe essere l’inizio di quella innovazione culturale che Ancodis auspica a tutti i livelli.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur