Anci al ministero: “Conoscere entità dei risparmi anni scolastici precedenti”

Stampa

comunicato ANCI – Il Segretario generale Anci, Angelo Rughetti scrive agli uffici competenti del ministero dell’Istruzione: “Conoscere l’entità dei risparmi conseguiti a livello regionale per gli anni scolastici 2009-2010 e 2010-2011 per rispondere alle richieste avanzate dai Comuni relative ai provvedimenti da applicare per l’anno scolastico 2011-2012”.

comunicato ANCI – Il Segretario generale Anci, Angelo Rughetti scrive agli uffici competenti del ministero dell’Istruzione: “Conoscere l’entità dei risparmi conseguiti a livello regionale per gli anni scolastici 2009-2010 e 2010-2011 per rispondere alle richieste avanzate dai Comuni relative ai provvedimenti da applicare per l’anno scolastico 2011-2012”.

Così il Segretario generale Anci, Angelo Rughetti in due lettere inviate agli uffici competenti del ministero dell’Istruzione.

Quella dell’Associazione dei Comuni è una richiesta che deriva da quanto previsto all’art. 64 della legge n.133/2008 che, in materia di organizzazione scolastica, ha introdotto misure ed interventi finalizzati al contenimento della spesa pubblica da realizzarsi a decorrere dall’anno scolastico 2009-2010 e comunque entro l’anno scolastico 2011-2012.

“Le disposizioni dettate dalla normativa – scrive Rughetti nella missiva – e i successivi regolamenti adottati hanno disegnato un nuovo assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dell’intero sistema scolastico che ha visto coinvolte tutte le scuole quanto gli enti locali, e in particolare i Comuni”.

Secondo l’Anci “l’attuazione e il completamento del dimensionamento della rete scolastica legislativamente assegnato alla competenza regionale, come ribadito anche dalla sentenza della Corte costituzionale n.200 del 2009, unitamente all’innalzamento del rapporto alunni/docenti e alla revisione dei criteri e dei parametri per la definizione delle dotazioni organiche del personale ATA hanno sicuramente contribuito al conseguimento degli obiettivi di risparmio previsti dall’articolo 64 della legge 133/2008”.

In un’altra lettera inviata al ministero, il Segretario generale Anci evidenziando “la difficile situazione nella quale vengono a trovarsi le scuole dei piccoli Comuni, in modo particolare nelle zone montane, a seguito dell’applicazione dell’art. 64”, chiede che “nella imminente promulgazione della circolare sulle dotazioni organiche del personale sia ribadita la necessità di promuovere incontri tra i diversi soggetti istituzionali con un coinvolgimento diretto degli enti locali affinché, nell’assegnazione del personale, si tenga conto delle specificità territoriali”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur