Anche la regione Puglia taglia sui Dirigenti Scolastici. UIL: errore paradossale

Stampa

“Bene ha fatto l'assessore Leo a posticipare la scadenza del progetto Diritti a Scuola ma male, molto male, a non raccogliere le richieste provenienti dalla UIL Scuola rispetto ad un impegno assunto al tavolo regionale. Un errore paradossale, senza precedenti, quello di dimezzare il compenso ai Dirigenti Scolastici”. E’ la dichiarazione, estremamente critica, del Segretario Generale della UIL Scuola Puglia, Gianni Verga.

“Bene ha fatto l'assessore Leo a posticipare la scadenza del progetto Diritti a Scuola ma male, molto male, a non raccogliere le richieste provenienti dalla UIL Scuola rispetto ad un impegno assunto al tavolo regionale. Un errore paradossale, senza precedenti, quello di dimezzare il compenso ai Dirigenti Scolastici”. E’ la dichiarazione, estremamente critica, del Segretario Generale della UIL Scuola Puglia, Gianni Verga.

“A fronte di maggiori risorse finanziarie – spiega ancora Verga – l'Assessore Leo ha pensato di snobbare il lavoro del personale della scuola, in questo caso quello dei dirigenti scolastici, grazie ai quali la scuola italiana faticosamente riesce a stare sul pezzo. Perfettamente in linea con la politica nazionale, che pure non perde occasione di criticare, l’Assessore non ha voluto rivedere un pasticcio, a nostro avviso, tutto burocratico e frutto di una politica disattenta, qual è quella regionale, che ancora una volta dà dimostrazione, come per il dimensionamento della rete scolastica, di non conoscere affatto il mondo della scuola”.

“La presa di posizione dell'Assessore Leo è preoccupante – fa eco il Segretario dell'Area Dirigenza Scolastica della UIL, Vincenzo Fiorentino – perché così facendo si allontaneranno gradualmente le scuole dal presentare le proposte progettuali, anche in considerazione di tutti gli altri problemi di carattere gestionale che presentano le procedure. Prendiamo atto che ai tagli statali relativi alle retribuzioni di posizione e di risultato, se ne aggiungono altri, di valore sicuramente marginale, ma che lasciano il segno di un modo di agire tutt'altro che razionale”.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata