Anche la scuola sta soffrendo. Grazie a tutti gli insegnanti. Lettera

Stampa
ex

Inviata da Luciana Pillonetto – Sono un’insegnante impegnata nella didattica a distanza in questo triste momento della nostra storia.

Voglio innanzitutto ringraziare quegli Angeli che stanno vegliando sulla nostra salute e mettono a repentaglio la loro vita per salvare la nostra.

Voglio ringraziare tutti quelli che, ogni mattina, escono di casa e vanno al lavoro affinché noi possiamo disporre di tutto ciò che quotidianamente ci serve.

Voglio ringraziare tutti i cittadini che stanno in casa, pur con gravi difficoltà, per contribuire alla salute collettiva.

Voglio infine ringraziare tutti i miei colleghi insegnanti che, per qualcuno, in questo momento fanno vacanza. In realtà, stanno soffrendo, lasciati per lo più soli, incompresi, criticati. A loro, come a tutti, l’augurio che sia una Pasqua di Resurrezione.

“Buona Pasqua e buon riposo…a tutti ma quest’anno dedico gli auguri in
modo particolare ai miei colleghi insegnanti. Alla collega con una connessione così lenta che per caricare una video lezione di 8 minuti ci mette 8 ore e comunque nel video sorride.

Alla collega senza computer che usa il dispositivo del figlio, studente
universitario, e prepara le lezioni di notte quando non serve a lui.
Alla collega con tre figli piccoli che le saltano addosso durante le video lezioni (anche lei lavora di notte).

Alle colleghe che un mese fa non sapevano cosa fossero Screencast,
Powtoon, Vimeo o Zoom e che con tenacia li hanno scaricati e studiati per
cercare di avere strumenti in più per i loro alunni.

Alla collega prossima alla pensione, maestra strepitosa, che scriveva ancora
tutto a mano e ora digita come un informatico.

Alla collega con gli occhi colmi di lacrime che dice “non so come fare con i
LIVE; la mia connessione è instabile e mi salta spesso”.

Alle colleghe che si sentono dire che le lezioni sono troppe, o sono troppo
poche, che sono noiose, che i video non servono a niente, di fare più video,
che ci vogliono più collegamenti live, di non fare collegamenti live…

Alle colleghe che stanno lavorando anche la Domenica di Pasqua per
preparare il materiale da caricare la prossima settimana.

A voi care colleghe e cari colleghi che state facendo un lavoro che non
avreste mai scelto e che nessuno di noi era preparato a fare, BUONA
PASQUA.”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur