Anche Imposimato contro “La Buona scuola”: no a scelta docenti da parte dei Dirigenti. Mattarella valuti profili incostituzionalità

di redazione
ipsef

Duro il commento del presidente onorario della Suprema Corte di Cassazione sul DDL presentato da Renzi per la riforma della scuola.

Duro il commento del presidente onorario della Suprema Corte di Cassazione sul DDL presentato da Renzi per la riforma della scuola.

"Si modifica statuto dei docenti, precari e di ruolo, violando Costituzione e azzerando i diritti acquisiti dei docenti".

Questo il commento apparso sulla pagina FaceBook di Imposimato, che ha già raggiunto quasi 2mila Like.

"Si attivano delazione e abuso, dando a dirigenti scolastici potere di scelta di docenti. Si introduce albo regionale di docenti precari e di ruolo che ha il significato di una lista di proscrizione. I dirigenti scolastici sceglieranno da lista la “loro” squadra. – e continua – Iniqui i finanziamenti e male decise le risorse."

"Chiedo – conclude – al PDR Mattarella di valutare i profili di incostituzionalità e di rispetto del principio che "l'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento" (art 33) . Occorrono criteri obiettivi di valutazione No a scelta dei docenti da parte dei presidi."

tutto sulla Buona scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione