Anche il papà insegnante fa lezione per strada per protestare contro la DaD: “E’ una questione politica”

Stampa

Alla protesta di Anita e compagne si aggiunge un papà insegnante, che fa la sua lezione dalla strada per protestare contro la Dad

La protesta anti-Dad prosegue a Torino: dopo Anita e le compagne che da settimane seguono le lezioni a distanza dalla strada, arrivano i rinforzi: il papà di una delle ragazze, Lisa, si è unito alla protesta. Si tratta di un docente dei scuola superiore  che trasmette la sua lezione da fuori, esattamente come la figlia e le altre compagne.

Dopo tutti questi giorni passati da mia figlia Lisa, Anita e gli altri ragazzi a studiare davanti alla scuola – spiega il docente all’Agi – da insegnante ho deciso di unirmi alla protesta contro la didattica a distanza“.

Per il papà-docente si tratta di “una protesta simbolica – aggiunge – perchè continuo normalmente a fare lezione a distanza, ma anzichè stare a casa al caldo, lavoro seduto a terra qui, in piazza Castello, insieme a mia figlia e agli altri ragazzi. Lo faccio perchè la questione è diventata politica e non di emergenza sanitaria“.

Non diciamo no a priori alla didattica a distanza – sottolinea il docente di fotografia e cinema – può essere una parte dell’insegnamento, ma non un’alternativa alle lezioni in presenza. Senza contare che anche i professori devono imparare questo nuovo metodo, nessuno ci ha insegnato“.

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur