Anche i precari delle paritarie potranno partecipare al concorso riservato, è la prima volta: Anief attende il provvedimento annunciato dal Ministro che sanerebbe una palese ingiustizia

WhatsApp
Telegram

Anche gli insegnanti precari delle scuole paritarie, con almeno 36 mesi di servizio, potranno partecipare al concorso riservato Straordinario ter che prevede l’assunzione in ruolo di circa 35.000 insegnanti: il bando, realizzato nell’ambito del PNRR e che verrà pubblicato nelle prossime settimane, prevedeva inizialmente che solo gli insegnanti non di ruolo delle scuole statali avessero diritto a partecipare alla prova.

Qualche giorno fa il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara, durante un convegno a Milano, ha annunciato la volontà di proporre “un emendamento a un prossimo decreto legge, per far sì che i 36 mesi di insegnamento in una scuola non statale siano equivalenti a quelli nella scuola statale”.

“L’apertura del ministro Valditara – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – rappresenta la risposta ad un tema posto dall’Anief in Parlamento e nei Tribunali da alcuni anni: riguarda la discriminazione di chi ha lavorato nel sistema nazionale di istruzione e l’irragionevolezza di non considerare valido un servizio comunque valutabile ai fine dell’accesso ai ruoli dalle attuali graduatorie ad esaurimento. Si attende il provvedimento specifico che sani una palese ingiustizia”, conclude il leader del giovane sindacato.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA