Anche i Comuni devono partecipare all’integrazione scolastica dei soggetti diversamente abili

di Lalla
ipsef

Associazione "Nuove ali" Agrigento – I Comuni devono partecipare attivamente al percorso di integrazione scolastica dei soggetti diversamente abili fornendo assistenti specializzati che, in collaborazione con gli insegnanti di sostegno, rendano possibile l’effettivo esercizio del diritto allo studio.
E’ questo l’importante principio affermato dal Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) Sicilia Palermo sez. I, con una significativa pronuncia del 22.10.2010.

Associazione "Nuove ali" Agrigento – I Comuni devono partecipare attivamente al percorso di integrazione scolastica dei soggetti diversamente abili fornendo assistenti specializzati che, in collaborazione con gli insegnanti di sostegno, rendano possibile l’effettivo esercizio del diritto allo studio.
E’ questo l’importante principio affermato dal Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) Sicilia Palermo sez. I, con una significativa pronuncia del 22.10.2010.

I Giudici Amministrativi, accogliendo l’istanza cautelare proposta dall’Avv. Giuseppe Impiduglia, legale dell’Associazione “Nuove Ali di Agrigento”, hanno ordinato al Comune di Palermo di provvedere entro 15 giorni ad assegnare ad un minore affetto da sindrome autistica un assistente per l’autonomia e la comunicazione.
Ma vi è di più!

Con la medesima pronuncia il T.A.R. ha disposto che, ove nel summenzionato termine di 15 giorni il Comune non dovesse provvedere, sarà il Prefetto di Palermo (nominato dal T.A.R. commissario ad acta) a sostituirsi all’Amministrazione Comunale e ad adottare entro i successivi 20 giorni i provvedimenti volti ad assicurare al minore la necessaria assistenza specialistica.

Il Comune di Palermo è stato anche condannato a rimborsare ai ricorrenti le spese legali liquidate in euro 1.000.

Si tratta dell’ennesima importante vittoria che l’Associazione “Nuove Ali di Agrigento” consegue nell’interesse dei minori diversamente abili e che dimostra, ancora una volta, la sensibilità degli organi giurisdizionali siciliani in materia di integrazione scolastica.

F.to Giovanna Librici

Versione stampabile
anief
soloformazione