Analisi SWOT di una scuola: cos’è, come eseguirla per individuare i punti di debolezza. Una guida da scaricare

Stampa

L’analisi SWOT è una linea guida per comprendere i punti di forza, i punti deboli, le opportunità e le minacce rilevanti per la tua scuola.

L’analisi SWOT è una linea guida per comprendere i punti di forza, i punti deboli, le opportunità e le minacce rilevanti per la tua scuola.
Ti aiuta a vedere:

  • Quali aree devono essere sviluppate?
  • Quali aree prosperano?
  • Quali aree sono stagnanti?
  • E quali zone potrebbero rovinare tutto?

Per comprendere il vantaggio competitivo della tua scuola e ridurre al minimo l’instabilità , ti insegneremo come eseguire un’analisi SWOT della tua scuola.
Nei prossimi articoli avremo modo di confrontarci con uno dei pochissimi dirigenti scolastici che ha fatto dell’analisi SWOT la scommessa per la sua scuola e per la sua professionalità. Scommettere e innovare sono il pane quotidiano per chi vuole fare della propria scuola un modello di qualità e non solo un contenitore di “documenti” e “scartoffie inutili”. Il riferimento va al prof. Mario Veca che affascina quando parla, lo fa di più quando mostra i documenti della sua scommessa organizzativa della scuola e quando disquisisce su opportunità e risultati. Il dottore Mario Veca è il DS dell’Istituto Comprensivo di Ficarazzi. In una sua missiva, ai genitori, agli alunni e ai docenti, di qualche anno fa scriveva “Ad occhi meno esperti, alcune decisioni gestionali dell’Istituto potranno risultare, soprattutto alle famiglie, rigide e talvolta scomode, ma, è bene che si sappia, che saranno sempre determinate nell’esclusivo interesse degli studenti”. È proprio vero: le scelte organizzative sono sempre complesse, spesso non comprese, ma nella maggior parte dei casi necessarie. Forza e debolezza, e poi… Vediamolo insieme.

Punti di forza: cosa sta andando bene per la scuola

Il primo passo è identificare i punti di forza ; cioè i vantaggi che migliorano la qualità della tua scuola.
È più facile annotare i punti di forza complessivi, quindi restringerli alle specifiche. Per prevenire il blocco del pensiero, valuta se questi punti di forza sono rilevanti per la tua scuola.
Hai:

  • Un’abbondanza di attività co-curriculari.
  • Insegnanti / professori altamente qualificati.
  • Forte finanziamento / sostegno finanziario.
  • Elevate percentuali di laurea.
  • Ottima posizione per famiglie.

Cosa conoscere?

È necessario conoscere i punti di forza esistenti per mantenerli come punti di forza.
È necessario, inoltre, a seguire, pianificare come migliorarli per avere più vantaggi.
Una volta che senti che è completo , passiamo alla “W” nell’analisi SWOT: ovvero i punti deboli.
Punti deboli: cosa trattiene la scuola
Cercare i punti deboli può essere complicato.
A volte proviamo a ridurre al minimo l’effetto delle debolezze perché sono piaghe che preferiremmo non vedere.
Ma non bisogna vergognarsi delle debolezze. E per costruire una scuola forte e ridurre l’impatto , è necessario riconoscere i punti deboli.

Il piano d’attacco

Quando riconosciamo la debolezza, siamo un passo avanti verso la creazione di un piano di attacco. Il piano eliminerà o ridurrà qualsiasi impatto che la debolezza potrebbe avere sulla scuola.
Ecco alcuni punti deboli da considerare per questa analisi SWOT:

  • • Non abbastanza attività co-curriculari e sportive.
  • Mancanza di fondi per sport / programmi specifici.
  • Rapporti migliorati di cyberbullismo.
  • Personale / docenti insufficienti.
  • Personale impossibilitato a incontrare i genitori.
  • Mancanza di formazione adeguata per i docenti.
  • Una sovrabbondanza di studenti.
  • Scarse comunicazioni interne.
  • Punteggi dei test scadenti.
  • Recensioni negative online.

Quanto sono gravi le tue debolezze?

Usiamo un esempio dall’elenco sopra evidenziato.
A cominciare dal “personale incapace di incontrare i genitori”.
Per i genitori, questo può avere un grande impatto sui voti dei loro figli.
Ma per la scuola ha un piccolo inconveniente. Soprattutto rispetto alla mancanza di personale sufficiente per ogni posizione lavorativa nella scuola.
Trovare personale appropriato è un problema che richiede attenzione immediata.
C’è un’altra cosa buona delle debolezze; aiuta a creare opportunità.
Opportunità: i cambiamenti positivi per la tua scuola
Le opportunità hanno la capacità di accadere e basta .

Ma perché lasciarlo al destino?

L’analisi SWOT ci aiuta a identificare le opportunità a beneficio della scuola. E abbiamo anche la capacità di creare opportunità, soprattutto ora che abbiamo identificato i punti deboli.

Dalla debolezza all’opportunità

Primo caso

Diamo un’occhiata a come possiamo trasformare una debolezza in un’opportunità.
Debolezza: punteggi dei test scadenti.
Opportunità: presentare un nuovo programma progettato per aiutare gli studenti, dopo la scuola o durante le attività curriculari per affrontare i problemi scaturiti dai test precedenti.
Questo nuovo programma valuterà la capacità degli studenti di comprendere il “Curriculo d’Istituto” (ma lo state pubblicizzando? Come? Lo avete consegnato, in link, ai vostri alunni, ai genitori e agli stessi insegnanti?).
Non solo gli studenti riceveranno l’aiuto che meritano, la scuola sarà lodata sia dagli studenti che dai genitori.

Secondo caso

Un’altra debolezza si è trasformata in un’opportunità …
Debolezza: recensioni online negative (ma le permettete o avete paura? Avete bloccato i vostri profili social? O per paura non li avete realizzati affatto?).
Opportunità: rispondere a queste recensioni in modo professionale, evidenziando come la scuola intenda correggere i problemi presentati nelle recensioni (negative).
Ciò mostra che la scuola sta valutando attivamente i problemi e cercando i metodi adeguati ed efficaci per correggere tali problemi. È il controllo dei danni. Senza di esso, le recensioni potrebbero sfuggire di mano e offuscare completamente la reputazione della scuola.

Limitare l’impatto

Stiamo creando opportunità dalle debolezze per limitare il loro impatto.

Altre opportunità per includere:

• Attiva un comitato di volontari per eventi legati alla scuola.
• Cerca nuovi investitori e fondi per i programmi.
• Taglia o unisci i programmi per spostare i finanziamenti altrove.
• Chiedi a studenti e genitori un feedback.
• Evidenzia i nuovi sviluppi del programma.

Vuoi anche notare quali opportunità stanno arrivando. Guardate in questo modo:

• Come puoi utilizzare queste opportunità per aumentare i punti di forza della scuola (dall’elenco che hai creato? Lo hai fatto davvero?)
• Come puoi utilizzare queste opportunità per ridurre i punti deboli?
• E da dove possiamo iniziare a creare opportunità?

Minacce: dove si sviluppano punti deboli per la tua scuola

Le minacce non sono punti deboli.
Le debolezze esistono già e devono essere affrontate.
Le minacce potrebbero portare a complicazioni … ma potrebbero non esserlo.
Riconosciamo le minacce per creare un piano.
Perché se non capiamo la minaccia, non può essere affrontata di conseguenza.

Le minacce possibili

Diamo un’occhiata ad alcune minacce possibili:

  • Scarsa pianificazione del curriculum / delle attività.
  • Troppe comunicazioni interne (infinità inutili di circolari).
  • Mancanza di comunicazioni interne.
  • Nuovo sviluppo della scuola superiore.
  • Complicazioni comunicative in verticale e in orizzontale.
  • Reclami dei genitori.
  • Dipendenti / scioperi sul lavoro.
  • Mancanza di fondi.
  • Finanziamenti ritirati.
  • Incapacità a cercare finanziamento.
  • Incapacità di gestire finanziamenti.
  • Sovrapposizione di figure di sistema che disincentivano l’osservanza delle regole (chi controllo chi… ma chi dei tanti fa cosa?).

Il tuo radar

Le minacce devono essere sempre sul tuo radar. Se riesci a creare un piano d’azione per affrontare queste minacce, saltaci sopra.
Ma se non puoi – come il rischio di scioperi o controversie di lavoro (non fare mai minacce di provvedimenti disciplinari… Mai… Se sei capace, falli) – essere consapevoli è un buon primo passo.
Perché puoi creare un piano di risposta se queste minacce si manifestano nella realtà.

Fai un’analisi SWOT della tua scuola perché …
Perchè:

  • Evidenzia e amplia i punti di forza.
  • Riduce o addirittura cancella i punti deboli.
  • Permette la creazione di opportunità.
  • Identifica le minacce per prevenire le esplosioni.

È un quadro per comprendere la situazione presente e futura della tua scuola.
E tutto ciò che serve per completare è, naturalmente, il tempo. Evita di inseguirlo. Non sei più bravo se rimani più tempo a scuola tra carte impilate e se gridi. Sei bravo se comprendi cosa bisogna fare. E se lo comprendi il prima possibile.

Scarica la guida

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!