Analisi Swot della didattica a distanza: Leadership e Management in educazione, dirigenza scolastica e governo della scuola

WhatsApp
Telegram

La scuola è un’organizzazione complessa: sia per la sua stessa finalità, in quanto deve garantire il diritto allo studio e il successo formativo degli studenti sia per le azioni, che richiedono da parte di tutto il personale scolastico condivisione e senso di responsabilità. Inoltre, è un’“Istituzione autonoma” che deve costantemente cooperare, con altre Istituzioni autonome presenti nel territorio per migliorare la qualità del servizio offerto e per il raggiungimento delle finalità e degli obiettivi prefissati.

Creare un middle management

Per un’efficace gestione di questa complessità, negli anni, si è cercato di creare un middle management, prima con la creazione delle cosiddette funzioni obiettivo, diventate poi funzioni strumentali, e, ultimamente, con la Legge 107 del 2015, con l’assegnazione al Dirigente scolastico, della possibilità di poter disporre di uno staff, sino al 10% dei componenti del collegio docenti. Tutte queste figure, che cooperano col Dirigente nella gestione della scuola, costituiscono il middle management

Leadership e Management in educazione

Spunti importanti di riflessione al corso di aggiornamento dal titolo “Leadership e Management in educazione. Dirigenza scolastica e governo della scuola” realizzato dal Rotary Club Palermo Montepellegrino in collaborazione con il Liceo scientifico Galileo Galilei di Palermo diretto dal Dirigente scolastico prof.ssa Chiara Di Prima . Relatore di eccezione il prof. Mario Veca Dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Rosario Listino” Ficarazzi e della Scuola Media Statale “Pietro Palumbo” di Villabate e presidente dell’A.N.Di.S. della provincia di Palermo. Presente la professoressa Giusy Lubrano, dirigente dell’Ambito Territoriale di Palermo. Il Preside Mario Veca, relatore del convegno si è soffermato sul tema del middle management. Partendo dal ruolo del Dirigente e dalla pianificazione strategica del ciclo di gestione delle Istituzioni scolastiche e, approfondendo in modo critico le strategie di progettazione e attuazione dei processi di gestione, il Relatore ha analizzato modelli di Leadership, fornendo ai presenti validi spunti di riflessione.

La pianificazione strategica

La pianificazione strategica, diventata indispensabile nelle scuole, prevede tutta una serie di azioni, poste in essere per raggiungere obiettivi in una prospettiva di medio e/o lungo periodo. Importante diventa in tal senso l’analisi del contesto in cui si opera, l’analisi dei punti di forza e di debolezza e la scelta delle priorità che determinano la programmazione delle scelte didattiche e la progettazione delle attività da inserire nel POF.

La fase della progettazione e la successiva fase dell’attuazione

La fase della progettazione e la successiva fase dell’attuazione determinano il processo di controllo cioè la fase di confronto tra gli obiettivi programmati e i risultati conseguiti: dall’analisi di tali dati è possibile eseguire azioni correttive o riprogrammazioni. In tal senso il report non è un semplice veicolo di lettura di dati ma permette di trasformare i dati in informazioni utili alla gestione.

Strenghts, Weaknesses, Opportunities e Threats

Il prof. Mario Veca ha concluso il suo intervento con la presentazione dell’analisi SWOT (Strenghts, Weaknesses, Opportunities e Threats), metodologia utilizzata per effettuare scelte strategiche e comprendere i punti di forza, i punti deboli, le opportunità e le minacce rilevanti sulle attività che si vogliono realizzare e, mostrando il grafico Radar, che data l’immediatezza e la semplificazione di situazioni complesse, risulta un ottimo strumento di lettura dei dati.

I punti di forza di una scuola

Cosa dovrebbe fare un Dirigente scolastico, dunque? La prima cosa che dovrebbe fare è scrivere tutti i punti di forza e i vantaggi della tua scuola. È importante che conosca i punti di forza esistenti della tua scuola in modo da poter analizzare meglio e intraprendere eventuali azioni di miglioramento di conseguenza. Alcuni degli elementi chiave che dovrebbe considerare durante l’analisi della scuola sono i seguenti:

  • Posizione facilmente accessibile per le famiglie a venire a visitare
  • La percentuale di studenti che si diplomano alla scuola
  • Un migliore background finanziario aiuterebbe la scuola a sostenersi a lungo termine
  • Il personale ben preparato e professionale degli insegnanti
  • Molte attività extracurriculari per gli studenti per occupare la loro mente come palestra, campo sportivo, palazzetto dello sport al coperto, ecc.
  • Fiducia e fiducia degli altri genitori nel sistema educativo scolastico
  • L’ambiente etico, morale e aperto della scuola affinché gli studenti siano coinvolti e apprendano in esso
  • Ha una lunga storia nell’organizzazione di diversi tipi di eventi per gli studenti
  • Un solido curriculum accademico in termini di corso scolastico e programma
  • Stabilire una migliore relazione con le altre scuole e la società
  • Mantenere aperto il canale di comunicazione tra famiglie e genitori
  • Programmi innovativi e creativi per gli studenti

I punti deboli di una scuola

A volte, è difficile trovare i punti deboli perché tendiamo a trascurarli o evitarli. Ma un DS non dovrebbe esitare a sottolineare i punti deboli. Infatti, conoscere la debolezza e adottare misure precauzionali sono le ragioni principali del successo delle migliori scuole. Alcuni dei principali punti deboli di qualsiasi scuola che dovrebbe considerare sono i seguenti:

  • Recensioni negative e feedback degli studenti
  • Punteggi scarsi degli studenti in diverse prove
  • Lo scarso canale di comunicazione della scuola con studenti e genitori
  • Un gran numero di studenti rispetto alla capacità di gestione della scuola
  • Personale e docenti poco preparati
  • L’amministrazione scolastica non ha tempo per incontrare i genitori
  • La scuola ha personale e docenti insufficienti per gestire gli studenti
  • Segnalazioni di bullismo online tra gli studenti della scuola
  • La scuola non ha fondi sufficienti per avviare programmi extracurriculari come attrezzature sportive, campo sportivo, palestra, ecc.
  • Attività extracurriculari limitate o assenti
  • Trasporto inaccessibile per visitare la scuola
  • In calo le iscrizioni di nuovi studenti
  • Un tasso di ritenzione inferiore degli studenti.

La dirigenza scolastica potrebbe non vederli come punti deboli, ma sono una grande preoccupazione per i genitori e le famiglie.

Opportunità a disposizione di una scuola

La scuola potrebbe trasformare le sue debolezze in opportunità lanciando nuovi programmi per lo sviluppo degli studenti ed evitando i programmi negativi. I nuovi programmi migliorerebbero le prestazioni degli studenti e porterebbero l’apprezzamento e l’ammirazione dei genitori e delle famiglie.

I nuovi programmi mostrano l’atteggiamento positivo e aperto della scuola verso il miglioramento e il miglioramento. Se la scuola non sta adottando misure precauzionali e migliorando la sua posizione, mostra l’atteggiamento negligente della scuola. Le opportunità per la scuola sono le seguenti:

  • Evidenziare lo sviluppo dei nuovi programmi
  • Chiedere il feedback dei genitori delle famiglie e agire di conseguenza
  • Eliminare alcuni programmi per spostare fondi
  • Trovare nuovi investitori per lanciare nuovi programmi
  • Costruire un nuovo comitato scolastico composto da volontari
  • Trovare modi per ridurre al minimo i punti deboli
  • Motivare i genitori a controllare il curriculum educativo degli studenti
  • Aumentare la portata dell’istruzione online se le scuole sono chiuse
  • Aumentare l’iscrizione degli studenti e diminuire il tasso di fidelizzazione.

Minacce che una scuola deve affrontare

Le minacce esistono già in qualsiasi ambiente, ovunque tu sia, e sono fuori dal controllo della scuola. Pertanto, è importante essere consapevoli delle minacce. Se ne sei consapevole, puoi affrontarle di conseguenza. Alcune delle principali potenziali minacce sono le seguenti:

  • La pandemia del covid-19 e il lockdown delle scuole
  • Finanziamenti limitati e investitori stanno ritirando le loro risorse
  • Lavoratori e dipendenti in sciopero
  • Genitori insoddisfatti e se ne lamentano
  • Realizzazione del nuovo liceo/nuovo istituto della zona
  • Comunicazione interna limitata tra genitori e corpo scolastico
  • Troppa comunicazione che causa fastidio
  • Programma accademico e attività extracurriculari mal pianificati
  • mutevoli esigenze di genitori e studenti

L’amministrazione scolastica dovrebbe tenere a mente queste minacce durante la stesura del piano e dovrebbe avere un piano per affrontare queste sfide.

Conclusione: un’analisi scolastica

Dopo uno studio approfondito della swot analysis di una scuola, ci siamo resi conto che la scuola o un istituto di istruzione gioca un ruolo significativo nella crescita e nello sviluppo di uno studente. È una decisione molto importante per i genitori e le famiglie scegliere l’istituto di istruzione giusto per il proprio figlio. Pertanto, dovrebbero tenere a mente i suddetti fattori interni ed esterni durante la loro valutazione.

Un esempio di analisi SWOT relativo alla “Didattica a Distanza”

Un esempio di analisi SWOT lo fornisce l’eccellente Istituto “Scuola Secondaria 1° Grado Statale “Gesmundo – Moro – Fiore” di Terlizzi (BA) diretta da Lucia Tatulli. L’esempio brillante che pubblichiamo è l’analisi SWOT relativa alla “Didattica a Distanza” realizzata dall’eccezionale personale docente di cui dispone la scuola.

analisi swot della didattica a distanza

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur