Anagrafe studenti, riservatezza alunni disabili su diagnosi e piano individualizzato

Il Garante della privacy ha pubblicato lo schema di regolamento concernente il "Trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di disabilità degli alunni censiti nell'Anagrafe nazionale degli Studenti".

Il Garante della privacy ha pubblicato lo schema di regolamento concernente il "Trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di disabilità degli alunni censiti nell'Anagrafe nazionale degli Studenti".

Nell'allegato tecnico sono presenti indicazioni circa i dati degli alunni disabili che devono essere raccolti in una "partizione separata" che, però, non devono contenere degli elementi identificativi degli alunni relativamente a:

  • diagnosi funzionale,
  • profilo dinamico-funzionale,
  • piano educativo individualizzato

I dati trattati concernono:

  • la certificazione dello stato di handicap
  • la diagnosi funzionale
  • il profilo dinamico funzionale
  • il piano educativo individualizzato

Nel documento sono indicati anche i soggetti atti a gestire questi dati. Il Garante, però, ricorda che "Lo schema di regolamento prevede che i dati idonei a rivelare lo stato di salute degli studenti disabili siano raccolti privi di elementi identificativi nella partizione separata, distinta sia dal punto di vista logico che fisico dalla parte dell'ANS che contiene i dati identificativi (anagrafici, curriculari e di frequenza) riferiti agli studenti."

Per tutti i particolari  nel documento del Garante