Anagrafe studenti disabili, quali dati trattare e come trasmetterli tramite SIDI

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con la nota n. 4 del 3 gennaio 2018, come già riferito, ha comunicato la disponibilità in SIDI delle nuove funzioni finalizzate al trattamento delle informazioni relative agli alunni disabili.

Anagrafe Studenti, dal 15 gennaio inserimento dati alunni disabili: dalla certificazione al PEI. Nota Miur

Vediamo in questa scheda quali dati vanno inseriti, come vanno trattati e trasmessi, secondo quanto indicato nel Decreto 28 luglio 2016, n. 162.

DATI DA TRATTARE

I dati (e le informazioni) da trattare, leggiamo nel Decreto, sono quelli di cui alla legge  104/1992, relative alle certificazioni rilasciate dalle ASL e alle diagnosi funzionali.

Riportiamo la tabella con le succitate informazioni e  il relativo trattamento:

SCUOLA TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI

I dati, necessari alla rilevazione dello stato di disabilità, sono trattati dalle scuole di attuale frequenza.

Nei casi di passaggio di grado di alunni per i quali i genitori, al momento dell’iscrizione, hanno dichiarato la disabilità e la volontà dell’assegnazione del docente di sostegno, la scuola che accetta l’iscrizione può visualizzare tutte le informazioni gestite dalla scuola di attuale  frequenza, in quanto  funzionali alla gestione dell’organico in generale e dell’organico di sostegno in particolare.

MODALITÀ DI TRASMISSIONE

I dati relativi agli alunni disabili vanno inseriti in una sezione a parte dell’Anagrafe, come comunicato dal Miur con la suddetta nota n. 4 del 03/01/18 e come si evince dall’immagine seguente:

TEMPISTICA

In seguito alle difficoltà riscontrate dalle scuole nel caricamento dei dati richiesti, l’Amministrazione ha concordato con i sindacati quale termine ultimo di inserimento degli stessi, il mese di dicembre 2018. Anagrafe studenti, partizione disabili: termine ultimo inserimento dati dicembre 2018

RIFORMA

Il percorso, richiamato nel decreto per l’assegnazione delle ore di sostegno, non sarà più il medesimo dal prossimo mese di gennaio, in seguito alle novità introdotte dal decreto legislativo n. 66/2017, attuativo della legge n. 107/2015.  Ore di sostegno, come si farà richiesta dopo la riforma

Scarica il decreto

 

Versione stampabile
anief anief
soloformazione