Anagrafe nazionale studenti, comunicazione dati alunni CPIA entro il 12 dicembre. Nota Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha diramato la nota n.  2539 del 27  ottobre 2017, avente per oggetto “Anagrafe Nazionale degli Studenti – Iscritti CPIA a.s. 2017/2018”.

L’Amministrazione comunica che devono essere trasmessi all’Anagrafe nazionale degli Studenti i dati relativi agli iscritti ai percorsi di istruzione degli adulti.

Nello specifico, vanno trasmessi i dati relativi ai frequentanti i percorsi realizzati dalle sedi dell’unità amministrativa dei CPIA, ossia dalla sede centrale e dai punti di erogazione di primo livello (sedi associate):

  • percorsi di istruzione di primo livello (primo periodo didattico e secondo periodo didattico);
  • percorsi di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana;
  • interventi di ampliamento dell’offerta formativa (percorsi di arricchimento e percorsi di raccordo).

Va inoltre comunicata, in relazione agli alunni stranieri frequentanti i suddetti corsi, la partecipazione alla sessione di formazione civica e di informazione, di cui al DPR 179/2011.

La comunicazione dei dati riguarda anche i percorsi svolti presso gli istituti penitenziari.

Tutti i dati, si precisa nella nota, devono fare riferimento agli iscritti, secondo quanto disposto dalla CM 4 marzo 2017.

Si procederà alla trasmissione tramite le specifiche funzioni presenti sul portale SIDI -area Gestione Alunni, che consentono di gestire in maniera differenziata i Percorsi di Alfabetizzazione e i Percorsi di I livello.

Il termine ultimo per la comunicazione dei dati è fissato al 12 dicembre 2017.

Prima di procedere alla trasmissione dei dati relativi al corrente anno scolastico, si devono comunicare quelli relativi all’a.s. 2016/17.

Nella nota si ricorda, infine, che le frequenze per l’a.s. 2017/2018 dei percorsi di secondo livello, realizzati dalle unità didattiche dei CPIA, sono comunicate dalle istituzioni scolastiche di secondo grado, come già indicato nella nota  n. 2224 del 19 settembre 2017.

Scarica la nota

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione