Anac ribadisce: le incombenze sul rispetto degli obblighi di trasparenza sono attribuite al dirigente scolastico

WhatsApp
Telegram

L’Anac, con nuovo avviso dell’11 ottobre, ritorna sulla “nota di contestazione del mancato invio della griglia di rilevazione di cui alla Delibera numero 201 del 13 aprile e invito alla regolarizzazione tardiva”, sottolineando che “le regole della trasparenza valgono per tutti, anche per gli istituti scolastici”.

Tutti gli enti pubblici e privati tenuti a osservare le regole sulla trasparenza devono aver cura di monitorare costantemente l’aggiornamento e la completezza della sezione “Amministrazione trasparente” – evidenzia l’Anac -. L’assolvimento degli obblighi va rispettato anche se, come nel caso degli istituti scolastici, la norma non prevede la costituzione di Oiv (Organismo indipendente di valutazione). L’assenza di Oiv anzi deve portare alla ricerca delle soluzioni organizzative interne idonee a svolgere la funzione di attestazione in materia di trasparenza“.

Anac ricorda che già nel 2016 aveva precisato che “le incombenze relative al rispetto degli obblighi di trasparenza sono attribuite al dirigente scolastico quale responsabile della trasparenza di ogni scuola. Di conseguenza, l’avviso pubblicato sul sito Anac il 5 ottobre è in linea con le indicazioni fornite in materia di trasparenza delle istituzioni scolastiche, anche con riferimento ai presidi“.

Anac assicura una fattiva collaborazione istituzionale e si dichiara “disponibile a cercare le soluzioni organizzative più idonee a favorire la funzione di attestazione dell’assolvimento degli obblighi di trasparenza da parte degli istituti scolastici“.

Attestazione delle verifiche effettuate sugli obblighi di pubblicazione, ANAC chiarisce: il dirigente scolastico trasmette la griglia di rilevazione

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur