Anac: affidamenti inferiori a 1000 euro senza utilizzare mezzi telematici

di redazione

item-thumbnail

Il Presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, è intervenuto per rispondere sull’applicabilità dell’art.40, comma 2, del Codice dei contratti pubblici agli acquisti di importo inferiore a 1.000 euro.

Quesito

Nello specifico, è stato chiesto se sia consentito, in relazione alla disposizione recata dal succitato articolo 40, comma 2,  per gli affidamenti inferiori a 1.000 euro,  procedere senza utilizzare i mezzi telematici, in attuazione di quanto previsto dall’art. 1, comma 450, della legge n. 296/2006.

Ricordiamo che il succitato articolo 40, comma 2, così prevede:

A decorrere dal 18 ottobre 2018, le comunicazioni e gli scambi di informazioni nell’ambito delle procedure di cui al presente codice svolte dalle stazioni appaltanti sono eseguiti utilizzando mezzi di comunicazione elettronici.

Risposta Anac

Il Presidente dell’Anac, come si legge nel comunicato, ritiene che per gli acquisti infra 1.000 euro permanga la possibilità di procedere senza l’acquisizione di comunicazioni telematiche, ai sensi del succitato art. 1, comma 450, della legge  n. 296/2006, non abrogata dal Codice dei contratti pubblici.

Comunicato

Versione stampabile
Argomenti: