Concorso DSGA riservato agli ATA: requisiti, posti e modalità svolgimento. La proposta dei sindacati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda, con un comunicato stampa diramato in data odierna, riferiscono sulla proposta relativa alla valorizzazione del personale ATA, che hanno presentato al Miur il 20 giugno scorso.

Incontro al Miur

I sindacati, come detto sopra, hanno presentato al Miur una proposta per la valorizzazione complessiva del personale ATA, in coerenza con l’Intesa politica siglata il 24 aprile 2019.

Per gli assistenti amministrativi facenti funzione DSGA, la proposta sindacale consiste in un percorso semplificato e riservato.

Proposto anche il riavvio della mobilità professionale secondo le procedure contrattuali e la formazione per la riattribuzione delle posizioni economiche.

Vediamo in cosa consiste il percorso riservato e chi può accedervi.

Proposta assistenti amministrativi FF DSGA

La proposta, come detto sopra, prevede la definizione di un percorso semplificato e riservato, parallelo al percorso ordinario (DM 863/2018 del 18 dicembre 2018).

Per partecipare al percorso si deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere di ruolo come assistente amministrativo nella scuola statale
  • aver ricoperto l’incarico di facente funzione di DSGA per almeno 3 anni di servizio nella scuola statale (compreso quello in corso)

Al percorso semplificato e riservato è destinato sino al 50% dei posti disponibili in organico.

Il percorso riservato deve svolgersi contemporaneamente alla procedura ordinaria per la copertura del 100% dei posti disponibili.

Evidenziamo che il percorso ordinario succitato è il concorso attualmente in atto, relativamente al quale i candidati hanno svolto la prova preselettiva e attendono adesso lo scritto.

Comunicato

Procedura

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione