Ammaniti: “Gli adolescenti di oggi godono di maggior libertà rispetto al passato, ma uso intensivo di smartphone e social media contribuiscono all’isolamento”

WhatsApp
Telegram

Spesso etichettati come pigri, viziati e svogliati, i giovani d’oggi sono davvero così apatici e privi di virtù? Oppure siamo noi adulti, incapaci di comprenderne il linguaggio, a non coglierne le reali esigenze? A questa domanda cerca di rispondere il noto psicoanalista Massimo Ammaniti nel suo ultimo libro “I Paradossi degli adolescenti”.

Libertà e insoddisfazione: un paradosso moderno

Ammaniti sottolinea come gli adolescenti di oggi godano di maggiore libertà rispetto alle generazioni precedenti, con meno restrizioni e più opportunità. Tuttavia, questa libertà sembra paradossalmente accompagnarsi a una diffusa insoddisfazione e a un senso di “malaise existentiel”.

La maggiore partecipazione dei genitori alla vita dei figli, pur creando un ambiente familiare supportivo, può generare confusione e incertezza nei giovani, che si trovano a dover affrontare le sfide dell’adolescenza senza chiari punti di riferimento. La mancanza di limiti e divieti, sebbene apparentemente desiderabile, può infatti tradursi in un senso di smarrimento e di difficoltà nel prendere decisioni autonome

L’influenza dell’ambiente e il ruolo del gruppo

L’adolescenza è un periodo di grande sensibilità alle influenze esterne, sia a livello psicologico che cerebrale. Gli ormoni della pubertà amplificano le emozioni, generando sbalzi d’umore, rabbia, senso di vuoto e persino depressione.

Il gruppo dei pari assume un ruolo fondamentale, offrendo un’occasione per uscire dal contesto familiare ma anche un terreno fertile per ansie, competizione, gelosia e bullismo. L’uniformità e il conformismo del branco possono acuire il senso di abbandono e di inadeguatezza.

La tecnologia: isolamento e nuove dimensioni

L’uso intensivo di smartphone e social media contribuisce all’isolamento degli adolescenti, riducendo le occasioni di confronto diretto e di esperienze sentimentali e sessuali. Chat, videogiochi e sexting offrono un’illusoria via di fuga dalla realtà, aprendo però le porte a incontri pericolosi e a esperienze potenzialmente traumatiche.

Comprendere e dialogare: la chiave per superare i paradossi

Ammaniti invita gli adulti a superare i pregiudizi e a cercare di comprendere il linguaggio, spesso non verbale, degli adolescenti. La chiave sta nel dialogo, nel confronto e nella capacità di offrire un sostegno che non si traduca in controllo oppressivo.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri