Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Amicizia su Facebook, la concede ai propri alunni un docente su tre

Di
WhatsApp
Telegram

red – Beppe Bagni, Presidente nazionale del Cidi, ha dichiarato all’Adnkronos: ”quando si consolida il rapporto tra docenti e studenti la diversità di reti di comunicazione è molto positiva. E’ un modo di restare in contatto dopo il contatto in aula”. Ma non tutti concordano.

red – Beppe Bagni, Presidente nazionale del Cidi, ha dichiarato all’Adnkronos: ”quando si consolida il rapporto tra docenti e studenti la diversità di reti di comunicazione è molto positiva. E’ un modo di restare in contatto dopo il contatto in aula”. Ma non tutti concordano.

”Nella mia esperienza personale – racconta Bagni- mi è capitato diverse volte aiutare tramite Facebook gli studenti nella preparazione dell’esame di maturità, con uno scambio di dubbi, suggerimenti e consiglia. Comunque è sempre la scuola, quello che si è fatto in classe, il filo conduttore delle conversazioni”.

FaceBook diventa anche luogo di comunciazione informale nel quale diventa più semplice affrontare argomenti che in presenza creano difficoltà.

Un fenomeno, dice Bagni, che si sta allargando, soprattutto per gli studenti dai 16 anni in su e presenta una crescita del 25/30%

Qualcuno, però, mette in guardia.

Anna Oliverio Ferraris, docente di psicologia dell’età evolutiva dell’università Sapienza di Roma, chiarisce, sempre sull’Adnkronos, "Insegnanti e alunni amici su Facebook? Qualche volta può essere utile, ma con molta cautela. Se il contatto virtuale punta ad approfondire argomenti di cui si è parlato a scuola, allora va bene. Ma se il social network diventa un canale per un dialogo su questioni più personali e intime, potrebbe essere troppo invadente".

I pericoli sono in agguato quando i docenti vogliono mettersi sullo stesso piano dei suoi alunni. Questo non va bene "i ragazzi – commenta l’Oliverio – non lo vogliono affatto. A loro serve l’autorevolezza di un adulto, una figura di riferimento e non un altro amico".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur