Amianto nelle scuole, Ona: 50 mila docenti a rischio

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

Chi si occupa di sicurezza scolastica dovrà fare fronte a un nuovo problema: l’amianto che mette a rischio la salute di 50 mila docenti, e di 350 mila alunni.

Il materiale cancerogeno non è ancora stato rimosso ovunque. Secondo un’indagine dell’Ona, è presente in 2.400 scuole. Per le operazioni di bonifica potrebbero servire 240 milioni di euro.

L’indagine dell’Osservatorio nazionale sull’amianto è stata divulgata durante un convegno organizzato assieme al Coni, dal titolo “Sport e Scuola, Ambiente e Sicurezza: Via L’Amianto!”.

L’Ona ha parlato di circa 150 nuove segnalazioni ogni anno dagli ultimi sette a questa parte. L’unica rassicurazione arriva dal fatto che non sempre si tratta di materiale che ha già raggiunto la friabilità.

Come ha chiarito il presidente dell’Ona, Ezio Bonanni, “Fortunatamente non stiamo parlando di casi di friabilità, altrimenti andremmo incontro a una strage di ragazzini, ma anche quello compatto è pericoloso perché è stato messo in opera più di 26 anni fa. Il trascorrere del tempo, il cambio di stagione con il passaggio dal caldo al freddo e la pioggia incidono molto sul degrado dell’amianto“.

E’ stato sempre Bonanni a illustrare il continuo arrivo di denunce. “L’ultimo dato a nostra disposizione – ha detto – risale al 2012, ma da allora ci sono arrivate altre segnalazioni e ad oggi la stima di 2.400 scuole è in difetto. Il problema reale è che manca una mappatura ufficiale che dovrebbe essere a carico delle Regioni e del ministero dell’Istruzione“.

Nonostante la pericolosità dell’amianto, non esiste una mappatura precisa. Ad affermarlo è sempre l’Ona, spezzando una lancia a favore del Lazio, “l’unica regione ad avere dei numeri precisi“.

L’ente regionale ha avviato dal giugno 2012 una mappatura con l’Inail, il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità. Gli istituti scolastici, però, non sempre hanno fatto fronte ai loro obblighi.

Dall’indagine risulta che su 2.297 scuole contattate, 789 istituti hanno risposto mentre 1.508 non hanno partecipato alla compilazione della scheda. Dal censimento risulta che l’amianto è presente in alcuni impianti sportivi all’interno delle scuole in una misura censita pari a 64 tonnellate di amianto compatto e 150 chilogrammi di amianto friabile.

Altre cifre arrivano dalla regione Marche con l’amianto riscontrato in 89 istituti scolastici, pari al 41,8%, e in 24 impianti sportivi, pari all’11,3% di quelli mappati. In Sardegna, come scrive il Fatto Quotidiano.it, “è stato rilevato amianto in 395 scuole: 72 sono state bonificate. A Milano, invece, a seguito di un esposto alla Procura della Repubblica da parte dell’Ona, sono stati bonificati quasi tutti i siti interessati“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione