Ambiti territoriali uno solo in province sotto i 300mila abitanti

Stampa

Ancora sorprese per quanto riguarda gli ambiti territoriali. Ieri, i sindacati si sono incontrati con il Ministero per discutere dell'argomento.

Ancora sorprese per quanto riguarda gli ambiti territoriali. Ieri, i sindacati si sono incontrati con il Ministero per discutere dell'argomento.

Una tra le novità fatte trapelare dalla Gilda degli Insegnanti è l'approvazione dell'emendamento che abbiamo segnalato lo scorso 11 dicembre con il quale davamo notizia della volontà da parte del Ministero di dare una regolamentazione all'ampiezza degli ambiti territoriali.

Ricordiamo che la questione degli ambiti territoriali è di attualità perché ad essa legata la mobilità 2016/17, come recita il comma 73 della legge 107. In essi confluiranno tutti i docenti, tranne quelli neoassunti nella fase 0 e A, per i quali continueranno ad essere applicate le vecchie regole sulla mobilità.

Gli ambiti territoriali, inoltre, saranno il bacino dal quale i dirigenti scolastici potranno nominare i futuri docenti assegnando loro gli incarichi triennali.

La dimensione degli ambiti territoriali sarà determinata dalla popolazione scolastica, dalla prossimità delle istituzioni scolastiche e dalle carateristiche del territorio.

Un emendamento, che secondo la Gilda è stato approvato nella Legge di Stabilità,  dà la possibilità agli UU.SS.RR. di costituire, su richiesta, un solo ambito nelle province al di sotto dei 300.000 abitanti.

Infatti, l'eccessiva frammentazione degli ambiti creerebbe forti difficoltà per quanto riguarda la possibilità dei dirigenti di scegliere i docenti per l'attuazione del piano triennale. Ambiti più grandi, maggiore possibilità di scelta, più facilità nelle operazioni di mobilità.

Mobilità: Miur disponibile a trasferimento su scuola e non ambito nella provincia. Forse domanda interprovinciale senza

Mobilità 2016/7. L'organico dell'autonomia non cancella l'organico di fatto per assegnazioni provvisorie e utilizzi

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur