Amarezza per errori dell’USP. Lettera

WhatsApp
Telegram

Buonasera gentile redazione di orizzonte Scuola. mi chiamo Gelsomino Canonico, sono insegnante della scuola primaria di Castelnuovo del garda (Vr).

Vi scrivo poche righe per esprimere il mio stato di disagio e amarezza, stracarico di rabbia e delusione nei confronti dei partiti politici della attuale maggioranza di questo governo. Sono qui in Veneto ormai da quasi quindici anni, ho sempre lavorato (sono originario della Campania) essendo stato inserito i primi anni in terza fascia e dal 2014 in seconda fascia delle graduatorie di istituto, con 130 punti al 2014.

Nell’agosto scorso ho avuto sentenza cautelare dal TAR del Lazio per l’inserimento in GAE con diploma magistrale ante 2001/2002, bene, nel mese di ottobre dopo innumerevoli telefonate e sollecitazioni all’ URP di Verona, ho avuto notizia dallo stesso dell’inserimento in GAE con riserva ma mi accorgo di essere stato inserito solo col punteggio dell’abilitazione; ovvero 11 punti senza neanche uno del servizio svolto in quindici anni, inutilmente ho fatto reclami e denunce.

I risultati di questa situazione grottesca lì ho visti materializzare alla metà del mese di dicembre, alle convocazioni per le nomine fino al 30 giugno; ho perso la cattedra (insegnavo matematica scienza etc, in una classe seconda di 25 alunni) e la tanto sbandierata continuità didattica e tutto l’affetto degli alunni e delle colleghe e andato a farsi benedire, perchè mi sono ritrovato in tale graduatorie (GAE) alla posizione n*690 (i primi di febbraio 2016 l’esecutivo governativo ha chiuso le GAE fino al 2019 ..)
Per fortuna, dopo pochi giorni firmo un contratto al 30 giugno (convocazioni di istituto) in un altro plesso (sostegno) e cambio orari, abitudini, bambini, colleghe e paese.

Adesso mi chiedo; ma si rendono conto di quanti danni queste azioni politiche stanno producendo?
Qualche giorno prima delle convocazioni all’USP di Verona per le nomine al 30 giugno, lo stesso ha assunto in ruolo, circa un centinaio di insegnanti dalle Gae e decine di loro sono quelli inseriti in GAE dopo l’esito positivo dovuto ai ricorsi dei tribunali (hanno assunto in ruolo fino a chi aveva 106 punti in graduatoria) e non si sa ancora se prossimamente saranno confermati in ruolo o depennati (che disastro).

Io tra qualche mese compio 50 anni e sinceramente la voglia e la passione per questa “missione” è ancora viva e vuole andare avanti, ma se la politica non capisce che deve dare delle soluzioni urgenti, necessarie ai tanti come me che da tanti anni sono in giro per la nostra tanto amata penisola, allora significa che non ci vogliono bene … non si vogliono bene.
Politica, dove sei?

Gelsomino Canonico

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff