Alzheimer diagnosticato a uno studente di 19 anni: aveva difficoltà nei compiti

WhatsApp
Telegram

Un adolescente cinese di 19 anni soffre di Alzheimer, rendendolo la persona più giovane al mondo ad aver ricevuto questa diagnosi, come riportato dal Journal of Alzheimer’s Disease.

La malattia di Alzheimer ad esordio precoce è una forma rara di demenza che colpisce persone al di sotto dei 65 anni, rappresentando il 5-10% di tutti i casi di Alzheimer. Di solito, i pazienti con Alzheimer sotto i 30 anni hanno mutazioni genetiche (PS1, PS2, APP) che li predisporrebbero alla malattia, ma questo adolescente non presentava alcuna di queste mutazioni.

Secondo quanto segnala il Messaggero, che ripercorre la sua storia in un articolo sul proprio sito, < 17 anni, il giovane ha cominciato ad avere difficoltà di concentrazione (soprattutto nei compiti a casa) e l’anno successivo ha iniziato a soffrire di perdita di memoria a breve termine. La sua memoria è gradualmente peggiorata, costringendolo ad abbandonare il liceo.

I medici del National Clinical Research Center for Geriatric Diseases di Pechino hanno confermato la diagnosi di Alzheimer tramite test e esami che hanno mostrato segni di atrofia dell’ippocampo e un aumento della concentrazione di proteina tau nel liquido cerebrospinale.

Alessandro Padovani, direttore della Clinica di Neurologia all’Università di Brescia, ha commentato così: “Si tratta di un caso eccezionale perché ci sono già segni evidenti di malattia in un’età così precoce, senza una base genetica chiara”. 

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri