Alunno promosso ma i genitori fanno ricorso: Il Tar può revocare la promozione dello studente

Stampa

Il Tribunale amministrativo può revocare la promozione nel caso in cui questa possa arrecare danno allo studente. E’ quanto emerge dalla singolare sentenza 559/2021 emessa dal Tar Toscana. In questo caso i genitori dello studente hanno prodotto ricorso contro la promozione che ha portato il superamento dell’esame di terza media.

I genitori dello studente si sono rivolti al tribunale amministrativo in quanto sostenevano che l’Istituto scolastico si fosse voluto “liberare” del figlio, riporta Il Sole 24 Ore.

In pratica, la scuola avrebbe insomma erroneamente interpretato la disciplina emergenziale ritenendo vigente una sorta di “promozione automatica” di tutti gli alunni, disabili compresi.

Infatti, in base a tale normativa emergenziale, non esiste alcuna deroga derogai merito al possesso dei requisiti sulla valutazione delle alunne e degli alunni con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento. Pertanto, l’ammissione di questi studenti all’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione, deve restare subordinata alla verifica del raggiungimento degli obiettivi del piano educativo individualizzato. Anche perchè, una concessione di tale portata andrebbe contro i principi di inclusione scolastica, che non prevede una promozione automatica, anche in casi gravi,  degli studenti, bensì una valutazione finale sulla base del piano stabilito a monte. Un piano tarato sulle possibilità di ogni studente.

E anche in epoca covid, dunque, tale principio non deve essere abbandonato. Anzi: la disciplina emergenziale obbliga i dirigenti scolastici ad effettuare una prudente istruttoria e una attenta valutazione al fine di valutare la possibile re-iscrizione dell’alunno disabile al medesimo anno trascorso.

Tutto questo ha lo scopo di salvaguardare in via prioritaria, non tanto la continuità del percorso scolastico, quanto piuttosto la sua efficacia sotto il profilo inclusivo e psicologico, ancor prima che didattico.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur