Alunno con petardi fuori dalla scuola: la madre investe i vigili che lo hanno rimproverato. Processata per direttissima, nove mesi di pena

WhatsApp
Telegram

Brutto episodio in una scuola della Lombardia. Una mamma ha visto gli agenti della Polizia locale che perquisivano il figlio 13enne e li ha investiti salendo sul marciapiede con l’auto.

Nella scuola erano in corso i festeggiamenti per l’ultimo giorno di lezioni sono degenerati al punto da richiedere l’intervento dei vigili urbani. In particolare, alcuni ragazzi stavano facendo esplodere dei petardi e proprio a loro si sono avvicinati gli agenti, richiamati sul posto dalle segnalazioni di vari cittadini residenti in zona.

Durante la perquisizione sono arrivati i genitori di uno dei ragazzi fermati, che hanno iniziato a inveire contro la Polizia locale, invitando con termini decisamente coloriti gli agenti a “lasciare in pace” il figlio e i suoi amici.

Uno dei genitori intervenuti ha sterzato bruscamente verso il marciapiede, finendo contro i due vigili: arrestata e processata per direttissima, la donna ha subito ammesso i fatti, assumendosi tutta la responsabilità di quanto successo e chiedendo scusa agli agenti (che non hanno fortunatamente riportato ferite gravi).

Incensurata, ha patteggiato una pena di nove mesi con la condizionale.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur