Alunno 12enne picchiato a scuola da compagni. Genitori presentano querela. L’istituto valuta provvedimenti disciplinari

WhatsApp
Telegram

In una scuola media di Treviso, un giovane studente di 12 anni è stato circondato e malmenato da alcuni dei suoi coetanei durante l’intervallo, I genitori del ragazzino hanno deciso di presentarsi al comando della Polizia Municipale per sporgere una formale denuncia contro gli aggressori.

Mossa confermata in mattinata: i genitori si recheranno in comando, probabilmente accompagnati anche dal figlio, per sporgere la necessaria querela. Sarà proprio grazie a questa querela che potranno avviarsi le indagini ufficiali, al fine di far luce sull’accaduto.

Con la querela depositata, gli agenti del nucleo di polizia giudiziaria di Treviso avvieranno le indagini preliminari. Queste inizieranno sicuramente con l’audizione della preside, degli insegnanti e di eventuali testimoni presenti sul luogo dell’aggressione, siano essi studenti o personale scolastico. L’obiettivo è determinare la natura dell’evento: se si è trattato di una rissa, di una semplice colluttazione o di altro.

Le responsabilità che emergeranno da queste indagini potrebbero portare a chiarimenti cruciali. Da sottolineare che, qualora gli aggressori non avessero ancora compiuto 14 anni, essi non saranno perseguibili penalmente. Tuttavia, indipendentemente dall’età, non mancheranno le azioni disciplinari intraprese dall’istituto scolastico.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso