Alunni stranieri in classe, Salvini vuole un tetto massimo. Puglisi, c’è già organico potenziato. Replica Pittoni

di redazione
ipsef

Scontro a distanza tra il leader della Lega Salvini e Francesca Puglisi, responsabile scuola del PD sulla opportunità di un tetto massimo di alunni per classe.

Scontro a distanza tra il leader della Lega Salvini e Francesca Puglisi, responsabile scuola del PD sulla opportunità di un tetto massimo di alunni per classe.

Salvini su Agorà, Rai 3, si era detto disposto a discutere di un tetto massimo di alunni stranieri per classe, perché, afferma, se è vero che il confronto arricchisce, "se i bambini italiani diventano una minoranza in classe, non c'è più confronto ma solo casino".

Alle affermazioni di Salvini ha risposto la Puglisi che ha affermato: "Il governo Renzi ha assicurato un organico potenziato (7 insegnanti in media in più per istituto) anche per sostenere l'apprendimento degli alunni figli di genitori stranieri e che noi speriamo presto possano diventare cittadini italiani", ricordando al leader della lega che il tetto è già stato introdotto dalla Gelmini e si è rilevato un flop.

In tarda serata, il responsabile scuola della Lega, Mario Pittoni, ha così replicato, "Quello dei bambini italiani che a scuola in alcune classi sono minoranza, è un problema reale. Ha poco da ironizzare la responsabile scuola del Pd, Francesca Puglisi, sulle parole del leader leghista Matteo Salvini, che ha lanciato l'allarme. Come si può sviluppare integrazione quando certe volte la stragrande maggioranza degli alunni è straniera? In diversi casi – spiega Pittoni – non è vero quello che sostiene Puglisi e cioè che almeno il 50% di chi ha origini straniere è nato in Italia e conosce la nostra lingua. Come non corrisponde a verità che sia stato un flop la circolare della Gelmini che suggeriva di non superare il 30% di stranieri in classe. La legge, semplicemente, non consente di imporre quote, per cui sta alla responsabilità di chi gestisce il sistema scolastico intervenire con buon senso. Il Pd, al solito – conclude Pittoni -, si dimostra incapace di ascoltare". 

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione