Alunni picchiati all’uscita da scuola. La preside decide di adottare la Dad per evitare ulteriori incidenti

WhatsApp
Telegram

La scuola, un luogo dove dovrebbe essere promossa l’educazione e il rispetto, è stata violata da individui che preferiscono la violenza alle conoscenze acquisite attraverso i libri. Questi individui, motivati da ragioni politiche o sentimentali, intimidiscono i più giovani e reclamano il controllo con la richiesta di soldi o merendine. i. L’escalation di violenza è insopportabile.

L’ultimo episodio di violenza, segnala La Nazione, ha visto sei maggiorenni aggredire tre studenti di terza media di età compresa tra i 15 e i 17 anni, ha spinto la dirigente scolastica di un istituto superiore di Firenze a prendere una decisione drastica per proteggere i suoi studenti. La dirigente ha deciso di adottare la didattica a distanza per tutta la classe fino a venerdì, per evitare ulteriori incidenti e stemperare gli animi.

L’origine dell’episodio è stata una ragazza che è stata oggetto di una disputa. La preside spiega che tutto era stato annunciato, poiché uno dei compagni della studentessa aveva inviato un messaggio falso dal cellulare della ragazza al fidanzato della stessa, per farlo ingelosire. Questo messaggio è stato condiviso nella chat di classe e il fidanzato ha mandato un messaggio all’autore del messaggio per incontrarlo fuori dalla scuola. Tuttavia, l’autore del messaggio non si è presentato e al suo posto sono stati aggrediti tre compagni casuali.

“È triste vedere come i giovani siano così abituati alla navigazione in rete che non sanno più riconoscere i pericoli nel mondo reale. Questo sottolinea l’importanza di insegnare ai giovani a gestire in modo responsabile e sicuro le tecnologie digitali e di aiutarli a sviluppare una maggiore consapevolezza dei rischi e delle conseguenze delle loro azioni online. La dirigente ha fatto un passo importante nell’affrontare questa questione, chiamando ognuno dei ragazzi individualmente e tenendoli a casa per un periodo di tempo per proteggerli e aiutarli a calmarsi”, spiega la preside.

Le forze dell’ordine confermano che il movente era sentimentale e che le vittime e gli aggressori si conoscevano, il che dovrebbe facilitare l’identificazione degli ultimi.

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni