Alunni indisciplinati potranno essere colpiti dagli insegnanti: negli USA la pratica “torna di moda”

WhatsApp
Telegram

Negli Stati Uniti un insegnante può colpire un alunno con buona pace di tutti. Lo  riporta la Cnn, che sottolinea come le pene corporali, saranno permesse, per il prossimo anno scolastico, nelle aule di una piccola città del Missouri sudoccidentale, dove il distretto ammetterà la punizione corporale per qualsiasi studente indisciplinato. Attenzione: servirà però il consenso dei genitori.

Le punizioni corporali erano un mezzo ampiamente accettato per mantenere la disciplina nelle scuole statunitensi durante il Diciannovesimo e l’inizio del Ventesimo secolo, ma la pratica è caduta in disuso negli ultimi decenni.

In Italia, invece, si tratta di un illecito che prevede la sanzione disciplinare di sospensione dal servizio per il docente reo.

Tornando indietro nel tempo, nel 1977 la Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che le punizioni corporali nelle scuole sono costituzionali, dando agli Stati il diritto di decidere autonomamente. Da allora, molti Stati hanno vietato questa pratica.

Tuttavia, secondo l’Accademia americana di psichiatria infantile e dell’adolescenza, 19 Stati americani la consentono ancora, la maggior parte dei quali nel Sud. Richard Wexler, direttore esecutivo della National Coalition for Child Protection Reform, si è detto sorpreso dalla decisione di Cassville. “La tendenza in America è stata opposta: le scuole stanno abbandonando del tutto il programma. Questa è la prima volta che sento parlare di qualcuno che lo adotta” ha detto.

Il distretto scolastico di Cassville, si legge su SkyTg24, ha adottato formalmente la politica a giugno, secondo il suo sito web. Il documento spiega che le punizioni corporali saranno prese in considerazione “solo quando tutti gli altri mezzi alternativi di disciplina avranno fallito”. Dovranno comunque essere somministrate senza “possibilità di lesioni o danni fisici”. Il sito specifica che “non è consentito colpire uno studente sulla testa o sul viso”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur