+ alunni – docenti = classi pollaio

di
ipsef

red – E’ quanto sta accadendo nelle Marche. A denunciarlo sono i sindacati, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal in una lettera inviata all’amministrazione regionale, ma è specchio di quanto avviene in molte altre parti d’Italia. Oggi riprende discussione in VII Commissione

red – E’ quanto sta accadendo nelle Marche. A denunciarlo sono i sindacati, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal in una lettera inviata all’amministrazione regionale, ma è specchio di quanto avviene in molte altre parti d’Italia. Oggi riprende discussione in VII Commissione

La commistura che vede in alcune regioni l’aumento degli alunni e una riduzione degli organici per effetto dei tagli agli organici ha come effetto un numero di alunni per classe che supera i limiti di tollerabilità.

Così, ad esempio, nelle Marche si sono formate classi da: 36 alunni al liceo Rinaldini di Ancona, 37 allo scientifico di Tolentino, 33 alunni al linguistico di Pesaro e al Benincasa di Ancona, 30 all’Ipsia di San Benedetto.

"A fronte di un aumento di alunni di 1.400 unità circa, solo per il prossimo anno scolastico, che si somma all’incremento già registrato nell’anno scolastico 2012/2013 di 2.395 alunni in tutti gli ordini di scuola (di cui 1318 nel secondo grado), si riscontra un notevole taglio di classi e di posti in organico – scrivono i sindacati – per garantire un’offerta formativa, adeguata alle richieste delle famiglie e rispondente ai bisogni del territorio, i dirigenti scolastici marchigiani hanno chiesto di attivare 3.242 classi, mentre ad oggi l’ufficio scolastico regionale ne ha autorizzate 3.074, lasciando inevase 168 richieste, pari a 279 posti"

Così, l’On Piergiorgio Carrescia (PD) presenterà interrogazione parlamentare sulla situazione specifica delle Marche, ma l’argomento è già approdato in Parlamento con "l’affare" assegnato al Senato sul svraffolamento delle classi e proposto dal M5S.

L’esame di quest’ultimo sarà ripreso oggi, 9 luglio, sperando che si giunga ad una soluzione prima dell’avvio dell’anno scolastico.

Classi pollaio. Il M5S porta il problema in parlamento: meno alunni per classe soprattuto in presenza di alunno H

Versione stampabile
anief
soloformazione