Gli alunni disabili fanno didattica in classe, ma non partecipano alle gite

Stampa

Il dato è stato fornito dall'Istat che ha pubblicato il reporto 2013/14 relativo all'ingegrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Il dato è stato fornito dall'Istat che ha pubblicato il reporto 2013/14 relativo all'ingegrazione degli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di primo grado.

Il reporto metto in evidenza come il programma individualizzato deve essere accompagnato, ai fini di una completa inclusione, da una condivisione del percorso didattico e dei momenti di socializzazione con i compagni di scuola.

Processo d'inclusione che dovrebbe prevdedere anche una completa partecipazione dell’alunno con disabilità a tutte le attività scolastiche, alle gite di istruzione e alle uscite didattiche brevi. Attività che spesso implicano una maggiore complessità organizzativa dell’evento (numero di accompagnatori, scelta di luoghi accessibili, ecc.).

I dati dimostrano come gli alunni con disabilità passano la maggior parte del loro tempo all’interno della classe (in media 24,5 ore settimanali per la scuola primaria e 22,7 per quella secondaria) e svolgono attività didattica al di fuori della classe solo per un numero residuale di ore, in media 3,8 ore settimanali nella scuola primaria e 4,4 nella scuola secondaria di primo grado.

Le ore svolte al di fuori della classe salgono a oltre 5 nelle scuole del Nord, mentre scendono nel Mezzogiorno a circa 2 ore sia nelle scuole primarie sia nelle secondarie di primo grado.

Se l’alunno presenta problemi di autonomia (nello spostarsi, nel mangiare e nell’andare in bagno) diminuisce drasticamente il numero di ore di didattica passate in classe, segno questo di una maggiore difficoltà di inclusione per gli alunni con problemi di autonomia.

Nel Nord gli alunni non autonomi in tutte e tre le attività indagate svolgono attività didattica al di fuori della classe per un numero maggiore di ore: 11 ore nella scuola primaria e 13,5 ore nella scuola secondaria di primo grado.

Al contrario, gli alunni nel Mezzogiorno passano fuori dalla classe solo 4,2 ore nella scuola primaria e 6,7 ore nella scuola secondaria di primo grado.


Per quanto riguarda la partecipazione alle uscite didattiche, se la partecipazione è buona per quelle brevi senza pernottamento (infatti, gli alunni che non partecipano a questo tipo di attività rappresentano circa un 10% in entrambi gli ordini scolastici), la partecipazione alle gite di istruzione con pernottamento è meno frequente.

Infatti, solo il 26% degli alunni della scuola primaria e il 51% di quelli della scuola secondaria partecipano alle gite di istruzione con pernottamento.


Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!