Alunni con disabilità, “ore sostegno a casa con test sierologici a docenti e famiglie”

Stampa

Didattica a distanza, impossibile per i bambini con disabilità grave. L’allarme lanciato dai genitori e la proposta. 

Genitori: abbandonati da Stato e Governo

I genitori, come riferisce Repubblica, lamentano il fatto che per i loro figli la didattica a distanza non può funzionare e che i loro bambini/ragazzi stanno facendo enormi “passi indietro”:

  • “Gianluca non parla, non cammina, ma sente e sorride, andava a scuola dalle nove alle sedici, faceva equitazione, aveva i suoi amici. Adesso il nulla. Non guarda neppure la Tv. 
  • “Il lockdown dei nostri ragazzi è un contenitore di angosce”

I genitori si sentono abbondati dallo Stato e dal Ministero, quest’ultimo accusato anche di non aver nominato nemmeno un esperto sulla disabilità tra i membri della Commissione che si occupa della riapertura delle scuole a settembre:

“I nostri figli disabili sono stati dimenticati dallo Stato. I nostri bambini che regrediscono ogni giorno. Senza scuola, senza terapie, senza assistenza domiciliare”

“Nella task force del Miur, nominata per gestire la ripartenza della scuola, non c’è nemmeno un esperto o un’esperta sulla disabilità”

La proposta

Antonella Perini ha lanciato comunque una proposta tramite un’apposita petizione, affinché gli insegnanti si rechino a casa dei bambini:   ” Quello che chiedo al Miur è di trasformare le ore di lezione di Gianluca in assistenza didattica domiciliare. Fateci i testi sierologici, a noi e all’insegnante, e poi, per favore, lasciate che la scuola entri in casa nostra”

Cosa ha fatto il Ministero

Il Ministero, nelle indicazioni fornite nella nota del 17 marzo, ha previsto la rimodulazione della programmazione anche per di docenti di sostegno, prevedendo la collaborazione scuola-famiglia per lo svolgimento delle attività e della programmazione in genere. E’ stata prevista inoltre una pagina dedicata all’inclusione.

E’ chiaro però che nei casi di disabilità gravi è impossibile svolgere le attività didattiche e soprattutto educative a distanza.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur