Alunni classi prime e intermedie tutti promossi, recupero dal 1° settembre. Calendario, tempi e modalità

Stampa

Alunni classi prime e intermedie ammessi tutti alla classe successiva, recupero degli apprendimenti dal 1° settembre del 2020/21.

Decreto

In base al decreto legge n. 22 dell’8 aprile 2020, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato, per il solo a.s. 2019/20, il Ministro dell’Istruzione con o una o più ordinanze può adottare specifiche misure relative alla valutazione finale degli alunni  e agli  esami di Stato nei casi e nei limiti indicati nel decreto medesimo.

Il decreto, considerato che gli alunni delle classi prime e intermedie, sia della scuola secondaria di primo grado che della secondaria di secondo, possono essere ammessi tutti alla classe successiva (sempre da ordinanza del Ministro da adottare), prevede delle misure per il recupero degli apprendimenti riguardanti l’a.s. 2019/20.

Calendario scolastico 2020/21

L’articolo 2 del decreto, al fine di far svolgere  agli studenti il recupero degli apprendimenti, prevede che il Ministro, tramite ordinanza, possa adottare misure volte alla alla definizione della data di inizio delle lezioni per l’anno scolastico 2020/2021, d’intesa con la Conferenza Stato-Regioni, definendo quindi il calendario scolastico.

Così leggiamo nel suddetto articolo 2, comma 2, lettera a):

a) alla definizione della data di inizio delle lezioni per l’anno scolastico 2020/2021, d’intesa con la Conferenza Stato-Regioni, anche tenendo conto dell’eventuale necessita’ di recupero degli apprendimenti quale ordinaria attivita’ didattica e della conclusione delle procedure di avvio dell’anno scolastico.

Al riguardo le Regioni hanno fatto sentire la propria voce.

Tempi e modalità recupero

Il recupero degli apprendimenti relativi all’anno scolastico 2019/2020 dovrà avvenire a partire dal 1° settembre 2020, quindi nell’a.s. 2020/21, quale attività ordinaria, come leggiamo nell’articolo 1 del decreto.

L’ordinanza ministeriale definirà strategie e modalità dell’eventuale integrazione e recupero degli apprendimenti nelle discipline in cui è necessario, sulla base di:

  •  specifiche necessità degli alunni delle classi prime e intermedie di tutti i cicli di istruzione;
  • raggiungimento delle competenze di cui alle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione;
  • raggiungimento delle competenze di cui alle Indicazioni nazionali per i licei e alle Linee guida per gli istituti tecnici e professionali.

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!