Alunni accusati di aver rubato il cellulare al preside, sindaco e genitori si ribellano: “Quindi non solo ladri…ma anche bugiardi?” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

In una vicenda che ha fatto il giro del mondo sui social, un preside di una scuola in provincia di Benevento è finito al centro dell’attenzione per un episodio davvero insolito.

Non trovando più il proprio cellulare, ha costretto gli studenti delle elementari a svuotare i propri zainetti per dimostrare di non essere i responsabili del presunto furto. Un gesto che ha scatenato l’indignazione delle famiglie e del sindaco che ha etichettato l’accaduto come un ‘fatto grave’.

Durante la visita alla scuola, il responsabile si è accorto della mancanza del suo cellulare. La sua reazione ha lasciato tutti senza parole: ha sospettato degli alunni e ha autorizzato la verifica degli zaini, dapprima dei bambini e poi anche delle bambine. L’accusa, pesante come un macigno, ha gettato una ombra di sospetto sui bambini, causando indignazione tra le famiglie e lasciando una comunità intera costernata.

Un rappresentante della comunità ha espresso l’indignazione generale: “Piuttosto che agire puntando il dito non sarebbe stato più semplice andare a controllare nel bagno, laddove si era recato per l’ultima volta, prima di accorgersi della perdita?” L’accaduto, definito una “vergogna”, riflette una mancanza di fiducia dolorosa.

Nonostante la tempesta di critiche, il dirigente scolastico non ha fornito commenti sull’accaduto.

Il video da Anteprima24.it

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri