Alunna non udente, tutta la classe impara la lingua dei segni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Una classe di un Istituto tecnico di Faenza, l’Oriani, ha imparato la lingua dei segni al fine di comunicare con una compagna non udente e parzialmente non vedente.

Si è trattato, come scrive l’Ansa, di un ” bel regalo di Natale” che permette alla ragazza di poter dialogare e confrontarsi con i compagni.

La motivazione all’apprendimento del lingua dei segni è scaturita dall’atteggiamento dell’alunna, una ragazza molto socievole che ha attirato le simpatie di tutti i compagni.

Il fatto che tutta la classe conosca la lingua dei segni ha dato luogo ad un ambiente inclusivo e sereno.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione