Alunna con disabilità lasciata da sola in bagno, la mamma: “Ha aspettato 40 minuti il mio arrivo”. La preside: “Non è andata proprio così, farò segnalazione a USR”

WhatsApp
Telegram

Un’alunna con disabilità sarebbe rimasta sola nel bagno della scuola per 40 minuti. Così racconta la mamma della bimba, chiamata dalla scuola pensando che la figlia si fosse sporcata. La preside non è concorde con la versione della mamma e ha presentato una segnalazione all’USR Puglia.

Non c’è più umanità e temo per il futuro di mia figlia”, ha detto la madre, contattata da Il Quotidiano di Puglia. “Sono stata contattata dalla scuola e ho portato con me il cambio. Avevo anche il sapone e l’asciugamani, ma quando sono arrivata, pensando di trovare mia figlia sporca, ho scoperto che era ancora sul water, non si era sporcata e aveva bisogno soltanto di aiuto, nonostante fuori fossero presenti l’insegnante di sostegno, la collaboratrice scolastica e un’altra docente. Peraltro, mancava anche la carta igienica”.

Con l’insegnante di sostegno che non può assistere la bimba in bagno, in molti casi la mamma viene chiamata per fornire supporto: “Dovrebbe esserci un oss cui mia figlia ha diritto da sempre, ma che non ha mai avuto alle elementari. Abbiamo chiesto più volte alla Asl territoriale, ma ci è stato risposto che non hanno figure competenti disponibili e che quelle che ci sono vanno dislocate in altre scuole, dove c’è un numero più elevato di bambini disabili”.

Come accennato, è stata contattata la dirigente scolastica della scuola dove è avvenuto l’episodio: “La ricostruzione fatta dalla famiglia non corrisponde appieno a quanto effettivamente accaduto e proprio per questo inoltrerò una segnalazione formale all’Ufficio scolastico provinciale”, ha detto.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri