Altro che Ministero dell’Istruzione e del Merito, cambiamo la dicitura in “Ministero dell’Istruzione pubblica e dell’inclusione”. L’affondo di Piccolotti (AVS)

WhatsApp
Telegram

“La retorica del Merito è una presa in giro, soprattutto se inserita nella nomenclatura del Ministero dell’Istruzione. È per questo che abbiamo presentato un emendamento per cambiare la denominazione in “Ministero dell’Istruzione pubblica e dell’inclusione”.

Lo afferma Elisabetta Piccolotti dell’Alleanza Verdi Sinistra.

“Come si può parlare di merito – prosegue la parlamentare Verdi Sinistra – addirittura nel nome di un Ministero in un paese che vede enormi differenze di opportunità nel suo territorio? In cui essere nato al nord o al sud, in centro o in periferia segna per sempre le tue possibilità?”

“Uno che di scuola qualcosa aveva capito già sessant’anni fa, Don Milani, diceva che “non c’è ingiustizia più grande che fare parti uguali tra disuguali”. Nell’accezione governista non solo si fanno parti uguali tra diseguali ma si tende a dare di più a chi già è stato più fortunato. Un’impostazione – conclude Piccolotti – da cambiare radicalmente, a partire dal nome delle istituzioni.”

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro