Altri due precari stabilizzati dal giudice!

di Lalla
ipsef

UGL Scuola Bari – Continua l’azione del Sindacato Ugl a favore dei precari della scuola: ancora una volta due lavoratori sono stati stabilizzati dal Giudice del Lavoro di Trani, che ha condannato il MIUR ad assumerli a tempo indeterminato e a risarcirli con ben 12 mensilità di stipendio a testa!

UGL Scuola Bari – Continua l’azione del Sindacato Ugl a favore dei precari della scuola: ancora una volta due lavoratori sono stati stabilizzati dal Giudice del Lavoro di Trani, che ha condannato il MIUR ad assumerli a tempo indeterminato e a risarcirli con ben 12 mensilità di stipendio a testa!

Con sentenze 5240/2011 e 5316/2011 ancora una volta il Tribunale del Lavoro di Trani ha accolto i ricorsi presentati dall’Ugl Scuola Bari, rappresentato dall’avvocato Graziangela Berloco, stabilizzando due docenti precari in servizio a Corato e a Barletta che hanno ottenuto inoltre il riconoscimento del risarcimento danni nella misura di 12 mensilità di stipendio.

Il segretario provinciale dell’Ugl Scuola Bari, Rossano Sasso invita Docenti e personale ATA “a ricorrere in massa per la stabilizzazione, per ottenere giustizia ma anche per esercitare pressione sull’Amministrazione; non bastano le immissioni in ruolo di quest’anno – prosegue Sasso – la normativa europea stabilisce che dopo 3 incarichi annuali tutti i lavoratori devono essere stabilizzati! Mi auguro che il nuovo Ministro dell’Istruzione riconosca tale diritto e, sentite le parti sociali, pensi a sanare tale situazione, senza ulteriori condanne al risarcimento del danno e conseguenti problemi per le casse dello Stato”.

Intanto il sindacato prosegue la propria azione legale ricordando inoltre ai neo-immessi in ruolo che la propria progressione economica è bloccata e pertanto li invita (ma anche i precari possono aderire) a ricorrere per il riconoscimento degli scatti stipendiali nella misura del 2,5 % dello stipendio tabellare mensile

Per l’anno 2011 il Decreto Milleproroghe consente di impugnare il licenziamento entro il 31 dicembre, per il 2012 entro 60 giorni dal licenziamento (in questo caso senza incarico annuale non si può ricorrere)

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione